Incontro mondiale famiglie: coniugi De Carlo (Mistero Grande), “diffondere il cristianesimo entrando nelle case”

“Entrare nelle case” come “strategia” per “diffondere il cristianesimo”. L’hanno indicata Francesca e Filippo De Carlo, delegati del progetto “Mistero Grande”, intervenuti oggi nel panel su “Il matrimonio, la famiglia e la ricerca dell’unità dei cristiani”, nell’ambito dell’incontro mondiale delle famiglie, in corso a Dublino. Nella loro testimonianza i coniugi hanno affermato che “solo partendo dalla conversione delle coppie di sposi si rispetta l’identità della Chiesa, che è chiamata a essere lievito, parte integrata e integrante della rete relazionale umana”, mentre “la parrocchia diventa la comunione delle chiese che già vivono nelle case”. Dinanzi alla prospettiva di un cristianesimo ridotto ad una questione privata i coniugi hanno segnalato che le “Comunità familiari di evangelizzazione”, nate all’interno del progetto, vogliono essere un “efficace strumento pastorale”, perché “si fondano sulla Parola e sul magistero della Chiesa”. Ne è fondamento la consapevolezza che “gli sposi consacrati dal Sacramento ricevono la Grazia di essere segno reale dell’Amore di Gesù per la Chiesa e sono chiamati ad annunciarlo nella loro vita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa