Incontro mondiale famiglie: card. Farrell, “oggi molte ideologie contrarie a visione cristiana. Venite e vedete”

Di fronte alle “molte opinioni e ideologie contrarie alla visione cristiana della famiglia”, l’unico argomento valido è il “factum”, cioè la realtà della “serenità, della gioia interiore e della sicurezza personale che dà la famiglia”. Lo sostiene il card. Kevin Farrell, prefetto del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita, nell’omelia della Messa che questo pomeriggio conclude il Congresso pastorale svoltosi nell’ambito dell’Incontro mondiale delle famiglie in corso a Dublino fino al 26 agosto. Nella sua riflessione sul tema “La famiglia: una speranza per la chiesa e per il mondo”, il porporato paragona lo scetticismo di Natanaele – “Forse qualcosa di buono può venire da Nazareth?” – a quello di chi oggi disprezza la famiglia. “Vieni a vedere”, la replica di Farrell, che è la risposta di Filippo a Natanaele, “l’invito di Papa Francesco al mondo intero in Amoris Laetitia, l’invito che l’Incontro mondiale delle famiglie di Dublino rivolge a tutti”. Oggi, osserva il prefetto del Dicastero, molti “non hanno più esperienza diretta di una famiglia cristiana. Possono avere storie difficili di perdita d’amore, separazione, solitudine, abbandono e possono nutrire diversi pregiudizi nei confronti della famiglia. Questi hanno davvero bisogno di venire a vedere”. Il sistema economico, sociale e politico “spesso ci usa e sfrutta, tenendoci in nessun conto”, aggiunge, mentre in famiglia “abbiamo quella semplice ma fondamentale relazione tra sposi, genitori e figli, nonni e nipoti” che “è fonte di grande felicità e arricchimento reciproco”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa