Crollo ponte a Genova: mons. D’Ascenzo (Trani), “continuiamo a pregare”

“La tragedia ci scuote, ma siamo consapevoli che il Signore è con noi, è vicino a noi”. E’ quanto scrive oggi l’arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie, Leonardo D’Ascenzo, nel messaggio dal titolo “Sia incessante la preghiera”, rivolto alla comunità diocesana perché si preghi per le vittime del crollo del ponte di Genova. “Ho appreso che in moltissime parrocchie e realtà ecclesiali diocesane, sin dalle prime ore dal crollo del ponte Morandi di Genova avvenuto nella mattinata del 14 agosto, quando ormai purtroppo si profilava la gravità immane dell’accaduto con il numero crescente delle vittime, si è levata al Signore la preghiera”, scrive D’Ascenzo. “Vi invito a continuare così, incessantemente, valorizzando le diverse occasioni di incontro, di preghiera, o altri momenti!”, continua l’arcivescovo, invitando alla preghiera perché il Signore “accolga con sé le vittime e perché voglia sostenere con la sua consolazione i familiari, parenti e amici di esse”. Un pensiero “particolare” sia rivolto durante la preghiera, suggerisce D’Ascenzo, “anche a coloro che direttamente o indirettamente sono stati colpiti, soprattutto agli sfollati. Invochiamo anche Maria, madre di tutti, perché doni ai sofferenti forza e speranza!”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa