#SiamoQui: don Riccio (Campania), “ci ha messo in comunicazione intergenerazionale”

Papa Francesco “ci ha messo in comunicazione intergenerazionale”. Lo sottolinea don Francesco Riccio, incaricato della pastorale giovanile della Campania, che commentando le parole pronunciate da Bergoglio al Circo Massimo mette in evidenza “il bel passaggio dell’affrettarsi e dell’aspettarsi”. “Ai giovani che hanno dei sogni, spesso incomprensibili a noi adulti, il Papa – rileva il sacerdote – chiede di andare avanti, di avere coraggio, di correre, ma anche di avere la capacità e la pazienza di aspettarci”. Solo così, infatti, “possiamo aiutarli a realizzare quei sogni che non si comprano, non si fanno con le pasticche, ma devono costruire il domani”, aggiunge don Riccio senza nascondere che “spesso i sogni dei ragazzi sono scomodi per gli adulti, perché mettono in discussione, sconvolgono i nostri piani certi”. L’invito dunque, per tutti, è “a non avere paura perché questo sentimento ci blocca, ci frena, distrugge”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa