Santa Sede: Dicastero servizio sviluppo umano integrale e Catholic Relief Services, conferenza su investimenti a impatto sociale

Come possono essere usati in modo efficace gli investimenti finanziari per aiutare i poveri nel mondo è l’obiettivo della “terza conferenza vaticana sugli investimenti a impatto sociale” che si svolgerà a Roma dall’8 al 10 luglio, su iniziativa del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale e il Catholic Relief Services (Crs), l’agenzia umanitaria dei cattolici americani. Convergeranno personalità di spicco dal mondo delle banche e della finanza, delle Ong e della Chiesa, per parlare di “imprese sociali” e “fondi d’impatto”, strumenti finanziari ideati per “fornire in modo sostenibile beni, servizi e/o posti di lavoro ai più poveri su vasta scala”, spiegano gli organizzatori. Durante la conferenza “ci sarà chi spiegherà come gli investitori possono usare il proprio capitale, e chi sarà alla ricerca di finanziamenti”, una “combinazione di investimenti e filantropia”. Si guarderà con particolare attenzione ai “giovani a rischio nei Paesi in via di sviluppo” e a come questo tipo d’investimenti “può influire sulla ricerca di occupazione, sostenere gli imprenditori migranti e rifugiati, sostenere l’accesso all’assistenza sanitaria per i poveri e contrastare o adattarsi ai cambiamenti climatici”. Occorre infatti “trovare i modi per sostenere quegli imprenditori inventivi e resilienti che sono anche trai poveri ma che non riescono a sfuggire alla povertà, perché non hanno capitale per avviare le imprese” ( http://www.viiconference.org/).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori