Papa Francesco: “L’umanità ascolti il grido dei bambini, la cui bocca proclama la gloria di Dio”

(da Bari) “L’umanità ascolti il grido dei bambini, la cui bocca proclama la gloria di Dio. La speranza ha il volto dei bambini”. È l’appello lanciato da Papa Francesco durante l’incontro ecumenico di preghiera con i Patriarchi del Medio Oriente in corso a Bari. Parlando dal sagrato della basilica di san Nicola il Pontefice ha ricordato che “in Medio Oriente, da anni, un numero spaventoso di piccoli piange morti violente in famiglia e vede insidiata la terra natia, spesso con l’unica prospettiva di dover fuggire. Questa è la morte della speranza. Gli occhi di troppi fanciulli hanno passato la maggior parte della vita a vedere macerie anziché scuole, a sentire il boato sordo di bombe anziché il chiasso festoso di giochi. L’umanità ascolti – è stato l’accorato appello del Pontefice – il grido dei bambini, la cui bocca proclama la gloria di Dio. È asciugando le loro lacrime che il mondo ritroverà la dignità”. E con il pensiero ai bambini che, nella piazza, il Papa e il Patriarchi hanno liberato delle colombe, segno di pace. “L’anelito di pace si levi più alto di ogni nube scura. I nostri cuori si mantengano uniti e rivolti al Cielo, in attesa che, come ai tempi del diluvio, torni il tenero ramoscello della speranza – ha concluso il Pontefice -. Il Medio Oriente non sia più un arco di guerra teso tra i continenti, ma un’arca di pace accogliente per i popoli e le fedi. Amato Medio Oriente, si diradino da te le tenebre della guerra, del potere, della violenza, dei fanatismi, dei guadagni iniqui, dello sfruttamento, della povertà, della disuguaglianza e del mancato riconoscimento dei diritti. ‘Su te sia pace’, in te giustizia, sopra di te si posi la benedizione di Dio”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori