Diocesi: Trento, completato il primo lotto del restauro riaffiorano affreschi del ‘300

Sono terminati, ieri, con il completo smontaggio dei ponteggi, i lavori del primo dei tre lotti di restauro della cattedrale di Trento, iniziati nel marzo 2017. Con l’intervento appena ultimato si è provveduto al restauro del paramento lapideo interno della navata Nord. Sono inoltre stati consolidati gli intonaci delle volte della stessa navata. Secondo la programmazione dell’intervento, le lavorazioni sono state precedute da una estesa campagna di indagini che ha riguardato sia il paramento lapideo sia le sei volte ed i sette pilastri della navata Nord. Con una nota l’arcidiocesi annuncia che “le indagini eseguite hanno consentito di mettere in luce alcune superfici affrescate di epoca settecentesca, la cui esistenza era in parte nota, e tracce di intonaci affrescati di epoca trecentesca non conosciute prima dell’intervento in fase di ultimazione”. Le verifiche hanno reso “evidente” la necessità di procedere a un “sistematico ed esteso intervento di consolidamento dei sette pilastri della navata nord”, che era stato solo in parte preventivato e programmato nel secondo lotto. Con la conclusione dell’intervento del primo lotto, sarà impostato un sistema di monitoraggio strutturale permanente della cattedrale di Trento. Nelle prossime settimane l’arcidiocesi darà avvio alle procedure di gara per l’aggiudicazione dei lavori dei due lotti successivi dell’intervento che riguarderanno il restauro della navata centrale e della parte residua della navata sud, nonché del transetto e della zona absidale della cattedrale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori