Cammini: d’Ors (Pcc), “alimentano la speranza di risolvere il conflitto che ci turba”

“Non c’è scuola di meditazione che non includa la gioiosa disciplina del camminare. C’è qualcosa di speciale nel camminare, forse quell’andare avanti che alimenta la speranza di risolvere il conflitto che ci turba”. Lo scrive Pablo d’Ors, scrittore e consultore del Pontificio Consiglio della cultura, su “Vita e Pensiero”, la rivista dell’Università Cattolica. Ricordando i suoi tanti cammini, da Somport a Santiago de Compostela ma anche da monastero a monastero nella penisola di Athos e attraverso il Sahara, lo scrittore afferma che “camminare per me non era semplicemente spostarmi da un luogo all’altro”. “Nel cammino, c’erano fermate, momenti in cui riprendevo le forze e contemplavo il paesaggio. La quiete era per me il premio al movimento e il movimento, alla fine, il premio alla quiete”. Nel cammino “quello che mi preoccupava iniziava a sparire e nasceva, invece, un nuovo io meno ossessionato dal pensiero e più aperto alla percezione”. La consapevolezza espressa da d’Ors è una: “Senza tempo per se stessi è impossibile dedicare del buon tempo agli altri”. Poi, l’assimilazione della condizione umana, che è “essere di passaggio”, con il cammino. “Vivere la vita in quel modo, con una meta e una direzione, con un passato e un futuro, è quello che gli dà un significato”. “Per le strade – aggiunge – posso perdermi, come nella vita. Per le strade possono assaltarmi i banditi o gli animali, come nella vita. Per le strade mi può sorprendere la notte. Come nella vita. Camminare, per questo, è imparare”. Infine, un consiglio per coloro che si sentono tristi: camminare, abbandonarsi alla camminata e al cammino stesso. “Nel cammino, o ti dimentichi di te stesso, cosa che è sempre liberatoria, o cerchi dentro di te una nuova prospettiva, tanto spesso insolita e liberatrice. Il pensiero che si genera nel camminatore, in più, è vago e rilassato dato che il camminare, se ti ci affidi, lascia che il mondo penetri in te”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori