Incontro Bari: p. Patton (Custode Terra Santa), “nella preghiera una forma di azione per la pace”

“Solo incontrandosi con Dio gli uomini impareranno ad incontrarsi tra di loro. Questo sguardo volto verso l’alto ci aiuta a trovare un luogo di incontro più profondo del semplice mettersi d’accordo su tre o quattro cose”. Così il Custode di Terra Santa, padre Francesco Patton, al Sir sulla visita di Papa Francesco a Bari per l’Incontro ecumenico di preghiera per la pace in Medio Oriente, domani, sabato 7 luglio, con i capi di Chiese e comunità cristiane. “Intendo dire che non dobbiamo mai accontentarci della dimensione politica che divide – spiega -, ma andare dritti alla dimensione spirituale che ci fa sperimentare l’incontro”. Secondo il Custode, l’incontro di Bari “potrà essere un segno e un richiamo per le Chiese del Medio Oriente a essere maggiormente unite per poter dare il proprio fattivo contributo”. “Nella preghiera si può sperimentare una forma di unione e di azione determinata per la pace, per il dialogo e l’incontro”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa