Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Strasburgo, oggi voto sul Copyright, Parlamento Ue diviso. Taser in dotazione alla polizia italiana

Copyright: oggi voto a Strasburgo sul diritto d’autore. Si decide il “mandato negoziale”. In campo lobby e “creativi”

Giunge oggi al voto della plenaria dell’Europarlamento, a Strasburgo, il “mandato negoziale” per scrivere le nuove regole sul copyright, ferme all’inizio del 2000, quando internet e social non avevano l’attuale diffusione. L’Eurocamera si presenta divisa al voto (gli stessi gruppi politici hanno deputati favorevoli e altri contrari), dopo giorni di pressioni esterne ad opera di cittadini, utenti, autorie creativi, giornalisti e lobby economiche (grandi piattaforme informatiche come Google, Facebook, Amazon). Concretamente oggi non si voterà una normativa, bensì si deve stabilire se dare o meno il mandato a negoziare con Consiglio e Commissione Ue la revisione delle norme che regolano il diritto d’autore. “C’è una campagna cinica da parte delle società tech che inondano le caselle email degli europarlamentari facendo allarmismo” e sostenendo “che la direttiva sul copyright sarebbe la fine di internet, ma vi preghiamo di notare che oggi fanno vent’anni dalla loro prima affermazione che misure sul copyright distruggerebbero internet, cosa che non è mai successa”. Così si sono espressi 150 rappresentanti dell’industria creativa e culturale europea, dalle associazioni di autori, giornalisti e musicisti, editori, produttori cinematografici e tv dei 28 Stati Ue. Il settore culturale e creativo invita gli eurodeputati a “confermare il mandato sul copyright nel voto in plenaria per sostenere la creatività in Europa”, che pesa per il 4,5% del Pil Ue e rappresenta 12 milioni di posti di lavoro.

Sicurezza: taser alle forze dell’ordine in 11 città italiane. Pistola elettrica definita “arma di dissuasione non letale”

Parte in Italia la sperimentazione del taser, la pistola elettrica che sarà assegnata in dotazione alle forze dell’ordine. Sarà utilizzato inizialmente in 11 città: Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Palermo, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia e Brindisi. “Si tratta di un’arma di dissuasione non letale – ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini – e il suo utilizzo è un importante deterrente soprattutto per gli operatori della sicurezza che pattugliano le strade e possono trovarsi in situazioni border line”. La sperimentazione, informa il Viminale, sarà affidata alla Polizia di Stato, all’Arma dei carabinieri e alla Guardia di finanza. Trenta i dispositivi da acquistare, per ora. “La fase sperimentale – segnala l’Ansa – seguirà un disciplinare che un apposito gruppo interforze sta mettendo a punto e sulla base del quale saranno formati le donne e gli uomini delle forze dell’ordine coinvolti nella prima fase di utilizzo”. Il taser è già in uso presso le forze dell’ordine in decine di Paesi nel mondo

Cronaca: tromba d’aria nel Milanese scoperchia una palazzina. Esonda per alcune ore il fiume Seveso

Una violenta tromba d’aria si è abbattuta la notte scorsa nella zona di Pozzo d’Adda, nel Milanese, e ha scoperchiato una palazzina, danneggiando i tetti di numerosi altri edifici. Vigili del fuoco si sono recati sul posto anche per rimuovere rami d’albero caduti sulle strade. Allo stato non si registrano danni gravi alle persone. Il fiume Seveso è invece esondato e poi rientrato nel suo alveo. Il Comune di Milano spiega che dalla mezzanotte era attivo il Centro operativo comunale con le squadre di Protezione civile pronte ad entrare in azione. Il canale scolmatore di Palazzolo era già aperto. L’impennata è stata a Cesano Maderno e l’acqua in circa mezz’ora è salita rapidamente oltre i livelli di guardia. In corso la fase di pulizia delle strade dal fango. La situazione dovrebbe rientrare alla normalità entro qualche ora, ma è prevista una nuova perturbazione e l’allerta resta in corso.

Giustizia: Sicilia, arrestato ex deputato regionale (fondi migranti). Calabria, in carcere sindaco di Palizzi (accusa di corruzione)

Carabinieri del Comando provinciale di Trapani hanno arrestato l’ex deputato della Regione siciliana Onofrio Fratello ed eseguito un’ordinanza cautelare del Gip nei confronti di altri tre indagati accusati, a vario titolo, di intestazione fittizia di beni e bancarotta fraudolenta. A sei persone sono state notificate informazioni di garanzia. Secondo l’accusa l’ex onorevole, condannato nel 2006 per concorso esterno in associazione mafiosa, avrebbe intestato fittiziamente quote e cariche sociali di cooperative per l’accoglienza di migranti a prestanome occultando così i proventi delle attività economiche ed evitando di comunicare le variazioni patrimoniali come imposto dalla legge ai condannati per reati di mafia. È invece scattata alle prime ore di questa mattina a Palizzi un’operazione del Comando provinciale dei carabinieri di Reggio Calabria per l’esecuzione di provvedimenti di custodia cautelare, emessi nell’ambito di un’indagine sul Comune reggino, nei confronti di 4 persone ritenute responsabili, a vario titolo e con la complicità di altre 21 soggetti, tra l’altro dei reati di concussione e corruzione. Tra i destinatari della misura il sindaco, Arturo Walter Scerbo e due consiglieri comunali.

India: numerosi linciaggi sommari, il governo chiede a WhatsApp di bloccare le fake news

Dopo diversi linciaggi pubblici di persone innocenti scatenati dalla diffusione di fake news, il ministero indiano dell’informatica ha chiesto a WhatsApp di porre sotto stretto controllo la diffusione delle notizie false. La dichiarazione arriva dopo numerosi incidenti avvenuti in tutto il Paese che hanno provocato la morte di 25 persone accusate senza alcuna prova di rapimento di minori, furto e abusi sessuali. Lo riferisce un servizio di Asianews, che specifica: “Sono intanto finite in manette 23 persone implicate nel più recente caso di linciaggio: quello di cinque uomini appartenenti a una comunità nomade nello Stato occidentale del Maharashtra. In precedenza altre 65 persone erano state arrestate con accuse a vario titolo per aver ucciso due turisti in Assam. In una nota diffusa il 2 luglio, il dipartimento esprime la “profonda disapprovazione” da parte del governo di Delhi per il modo in cui gli amministratori della famosa piattaforma di messaggistica online hanno gestito la diffusione di “messaggi irresponsabili e pericolosi”. Pertanto “senza mezzi termini il governo comunica che WhatsApp deve adottare azioni immediate per porre fine a tale minaccia”. I gestori di WhatsApp, di proprietà di Facebook, dichiarano: “Non vogliamo che la piattaforma venga usata per diffondere disinformazione. La circolazione di messaggi falsi è una delle sfide che devono affrontare sia la società che le aziende”.

Stati Uniti: Trump all’Independence Day, “esercito mantiene l’America sicura, libera, potente”

L’esercito degli Stati Uniti mantiene l’“America sicura, forte, orgogliosa, potente e libera”: lo ha dichiarato il presidente Donald Trump parlando a centinaia di famigliari di militari americani durante il tradizionale picnic nel giardino sud della Casa Bianca per festeggiare l’Independence Day del 4 luglio. Il presidente ha detto che l’adozione della dichiarazione di indipendenza 242 anni fa “ha cambiato il corso della storia umana” ma ha aggiunto che l’America “è libera solo grazie agli americani coraggiosi pronti al sacrificio finale per difendere il Paese”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa