Incontro Bari: Tawadros II al Sir, “la preghiera è il più grande potere per risolvere i conflitti e illuminare il nostro futuro nella pace”

“Noi crediamo e confidiamo che la preghiera costituisce il più grande potere per tirarci fuori da ogni problema, risolvere i conflitti e illuminare il nostro futuro nella pace e nella riconciliazione”. Con questo “stato d’animo”, Papa Tawadros II, patriarca della Chiesa copto-ortodossa d’Alessandria, si appresta a partecipare il 7 luglio a Bari alla Giornata di riflessione e preghiera per la pace in Medio Oriente. In un’intervista al Sir, il Capo dei copto-ortodossi di Egitto, sottolinea l’importanza della preghiera di tutti i Capi delle Chiese del Medio Oriente per la pace in questa martoriata regione. “Il nostro stare insieme – dice – è un segno del nostro amore l’uno per l’altro, e questa è la cosa più importante nel nostro incontro. Sapere che siamo lì per pregare gli uni per gli altri in questi momenti di difficoltà sicuramente porterà conforto a coloro che soffrono. Presentarci tutti insieme come Capi delle Chiese per pregare con una sola voce per tutti coloro, che stanno lottando, è un grande incoraggiamento per chi ha perso la speranza e riempie anche i nostri cuori di amore e sollecitudine per gli altri mentre intercediamo per loro”. “Quindi ci riuniremo insieme per pregare mettendo da parte i nostri desideri e cercando il desiderio di Dio”. E a Papa Francesco che ha avuto l’idea di convocare tutti i Patriarchi del Medio Oriente, Tawadros II dirà: “Grazie per questo gentile invito e per averci dato l’opportunità d’incontrarci come Capi della Chiesa. Lo consideriamo un passo positivo che piace al cuore di Nostro Signore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo