Caldo: Comunità di Sant’Egidio, “accorgersi degli anziani soli in questi giorni di emergenza. Rompere l’isolamento sociale”

Nell’emergenza caldo con bollino rosso in varie città d’Italia, “accorgiamoci in questi giorni degli anziani soli che vivono accanto a noi, a partire dai nostri vicini di casa”. È l’appello lanciato oggi dalla Comunità di Sant’Egidio. “Da oggi in poi, per almeno tutta la settimana, si prevedono giorni di emergenza caldo dal Nord al Sud dell’Italia. A soffrirne – si sottolinea in una nota – sarà soprattutto la popolazione anziana e, in particolare, coloro che sono rimasti in città”. “Alle temperature elevate, che possono costituire un rischio rilevante per la salute di chi è avanti con l’età, si aggiunge la solitudine”, aggiunge la Comunità di Sant’Egidio, evidenziando che “sono in costante aumento infatti le persone che vivono da sole, soprattutto nei grandi centri urbani”. “Le istituzioni facciano la loro parte, ma tutti noi possiamo fare qualcosa – l’invito di Sant’Egidio – aiutando direttamente chi è in difficoltà con una visita, un interessamento, una telefonata. Si tratta di gesti concreti, alla portata di tutti, ma che a volte possono salvare una vita. Perché più che il caldo è troppo spesso l’isolamento sociale a costituire un grave rischio: da entrambi ci si può difendere con più umanità e solidarietà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo