Diocesi: Termoli-Larino, fino al 30 agosto cattedrale aperta anche la sera. Nel palazzo vescovile mostra sulle radici del popolo croato

Fino al 30 agosto la cattedrale di Santa Maria della Purificazione a Termoli sarà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 20 alle 22. E ci saranno aperture straordinarie anche in altre chiese del territorio diocesano. Queste sono solo due delle iniziative che la diocesi di Termoli-Larino propone in queste settimane d’estate. Iniziative rese possibili anche grazie alla collaborazione dell’associazione Pietrangolare e dagli operatori che hanno seguito il corso per “operatori di beni culturali ed ecclesiastici”.
Rimarrà aperta, inoltre, tutti i giorni, dalle 21.30 alle 23 fino al 26 agosto, al primo piano del palazzo vescovile in piazza Duomo, a Termoli, la mostra diocesana “Incipit – radici e arte di un popolo”, dedicata alla storia e alla cultura del popolo croato, nel cinquecentesimo anniversario della venuta dei croati sul territorio del Basso Molise. Si tratta di un percorso espositivo che inizia con una indagine sulle radici culturali del popolo croato, esempio di accoglienza e di integrazione, ma anche di arte e di fede nelle terre della diocesi di Termoli-Larino. La capacità di queste genti di assorbire ed elaborare le suggestioni provenienti dalla loro storia, di cui erano eredi e testimoni, in un linguaggio quasi universale, sono evocate nella mostra attraverso le opere sacre provenienti dalle chiese dei paesi di impronta croata (San Felice del Molise, Acquaviva Collecroce, Montemitro, San Giacomo degli Schiavoni, Tavenna e Palata) che si confrontano e dialogano con opere realizzate da artisti contemporanei coinvolti nella realizzazione della mostra d’arte diocesana.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia