Terremoto Centro Italia: Pasqui (Anci), “al lavoro per garantire continuità scolastica, personale adeguato e zone ad economia speciale”

Continuità scolastica, personale e zone ad economia speciale: questi i punti principali discussi oggi nella sede dell’Anci (Associazione nazionale dei Comuni italiani), a Roma, dove si è riunita la cabina di regia sul terremoto che nel 2016 ha colpito il Centro Italia. “Il lavoro che stiamo portando avanti – ha commentato al termine della riunione il coordinatore Gianluca Pasqui, sindaco di Camerino – deve essere condiviso da tutte le comunità colpite dal sisma e in accordo con le Regioni coinvolte”. “Un lavoro che – spiega – pensiamo debba basarsi su tre capisaldi. Il primo è quello della scuola, su cui chiediamo di mantenere organici e classi anche laddove non ci sono i numeri previsti per legge: ne va del futuro dei nostri figli a cui dobbiamo assicurare una continuità educativa”. Sulla questione del personale, “la necessità – ha detto Pasqui – è prorogare i contratti a termine attivati nella fase emergenziale ed aumentare gli organici, data l’enorme mole di lavoro che nei Comuni si sta sviluppando nel processo di ricostruzione”. Dopo aver ribadito come l’aspetto fiscale “sia a buon punto e si monitora costantemente la situazione per eventuali modifiche”, il sindaco di Camerino ha annunciato che la cabina di regia produrrà una proposta per istituire le zone economiche speciali: “la ricostruzione nel cratere – ha rimarcato Pasqui – dovrà tenere conto delle peculiarità dei singoli territori; per questo saranno vagliate tutte le necessità che ci sono state segnalate. Produrremo uno studio approfondito, che cercheremo di rendere applicabile nelle prossime leggi di stabilità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa