This content is available in English

Parlamento Ue: plenaria a Strasburgo. Valutazioni sul summit, politica di difesa e dichiarazioni di Salvini sui rom

(Strasburgo) Ancora migrazioni e sicurezza, ma anche politica di difesa, futuro dell’Europa, copyright. I quattro giorni di sessione plenaria dell’Europarlamento a Strasburgo, da oggi al 5 luglio, prevedono un ampio ventaglio di argomenti in emiciclo. I deputati discuteranno questa sera e voteranno domani il primo programma Ue dedicato alla promozione dell’innovazione nell’industria europea della difesa. Domani i deputati torneranno sull’esito del Consiglio europeo del 28 e 29 giugno, alla presenza del presidente del Consiglio Tusk e della Commissione Juncker. Mercoledì 4 luglio sarà presente il primo ministro polacco Marteusz Morawiecki per un confronto a tutto campo sul futuro dell’Europa. Fra gli altri punti la sicurezza alle frontiere (voto finale sul nuovo sistema di controllo preventivo per i viaggiatori senza obbligo di visto), il “Pacchetto mobilità” (votazione sull’aggiornamento delle norme Ue sul trasporto di merci su strada), il copyright (possibile votazione per modificare la posizione della commissione parlamentare). Mercoledì pomeriggio i deputati discuteranno le recenti dichiarazioni del vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno italiano, Matteo Salvini, sulle comunità rom e sinti in Italia. In aula arriverà anche una proposta di risoluzione la quale sostiene che aiutare i migranti per fini umanitari non dovrebbe essere un reato (si chiede agli Stati membri di introdurre eccezioni nelle legislazioni nazionali per evitare che singoli individui e Ong che svolgono attività umanitarie siano perseguiti).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa