Papa Francesco: card. Becciu, “è un rivoluzionario, ha liberato la Chiesa dagli orpelli”

“Papa Francesco è un Papa rivoluzionario perché ha una visione di una Chiesa come la vorrebbe Gesù Cristo, semplice, senza orpelli, una Chiesa che badi all’essenziale”. Lo ha detto il neo cardinale Giovanni Angelo Becciu, sostituto della Segreteria di Stato vaticana e prossimo prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, intervenendo ieri sera a Melfi all’ultima serata della Festa di Avvenire. “Con lui si creò un bel rapporto perché è semplice. La prima volta che andai da lui a Santa Marta, dopo il conclave, abitava ancora la stanza da cardinale. Entrai e mi disse di sedermi – ha ricordato –. C’erano due sedie, una era occupata dai libri e l’altra era vuota. Lui si sedette sul letto. Fu uno choc perché non si era abituati a vedere il Papa non seduto su una poltrona. Una piccola cosa che rivelava l’uomo semplice”. Poi, il porporato ha indicato tre qualità del Papa: semplicità, immediatezza e senso dell’umorismo. Considerando il Papa un rivoluzionario, il cardinale ha detto che “il protocollo lo rispetta quando ci sono i capi di stato, ma dal protocollo ecclesiastico ci ha liberato e ci ha fatto sentire tutti più sacerdoti”. E ancora: “è rivoluzionario perché vuole una Chiesa più evangelica, quel ritorno ai primi tempi”. E, infine, vuole “una Chiesa rivoluzionaria che predica la misericordia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa