Notizie Sir del giorno: preghiera per il Medio Oriente, Parolin in Serbia, morte vicario Bambari, occupazione, #Exco2019, “Tuttixtutti”, Agenda 2040 a Milano

Incontro di Bari: card. Koch, “il Papa ha detto: il tempo è maturo perché le Chiese si uniscano in preghiera per la pace”

“È un’idea che è maturata in realtà da molto tempo perché la situazione in Medio Oriente sta molto a cuore al Santo Padre”. Così in una intervista al Sir, il cardinale Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani, spiega il motivo che ha spinto Papa Francesco a organizzare una Giornata di riflessione e preghiera per il Medio Oriente a Bari, il 7 luglio. Il cardinale ricorda: “Il Papa ha detto: il tempo è maturo ed è importante dare questo segno della preghiera per la pace per questa regione del mondo e invitare tutte le altre Chiese – soprattutto i Patriarchi delle Chiese ortodosse, orientali e cattoliche – a Bari per pregare insieme per la pace. E rendere questo incontro pubblico per esprimere vicinanza e solidarietà a tutti i cristiani e a tutti gli uomini e le donne che vivono in Medio Oriente”. Cosa preoccupa di più il Santo Padre? “Certamente la guerra – risponde il cardinale – ma soprattutto il fatto che molti cristiani stanno andando via da questa Regione. Il fatto che in questa terra sono rimaste solo lapidi e non più uomini e non più cristiani. Abbiamo perso molto”. (clicca qui)

Serbia: visita del card. Parolin. “Visita di Papa Francesco potrà realizzarsi quando ci saranno le condizioni”

“Una visita di Papa Francesco in Serbia potrà realizzarsi quando ci saranno le condizioni e quando tutti saranno d’accordo”. Lo ha detto ai giornalisti a Novi Sad (Serbia) il cardinale Pietro Parolin rispondendo alla domanda su una eventuale visita del pontefice nel Paese balcanico. Dal 30 giugno al 1° luglio il Segretario di Stato vaticano è stato in Serbia. Il cardinale ha aggiunto che si unisce “al desiderio di tanti che attendono una visita di Papa Francesco ma anche se le condizioni sono migliorate rispetto a prima, ancora non c’è il quadro completo per la visita”. Durante il suo soggiorno, Parolin ha avuto un “incontro cordiale con il patriarca serbo Irinej”, riporta il sito del Patriarcato serbo affermando che i due hanno discusso su diversi temi di comune interesse della vita della Chiesa cattolica e della Chiesa ortodossa. Per realizzare una visita pontificia a Belgrado si apprende che per ora manca il consenso da parte del Santo Sinodo della chiesa ortodossa serba. (clicca qui)

Repubblica Centrafricana: è morto il vicario di Bambari dopo attacco ribelli. Vescovi, “condanniamo con fermezza” uccisioni di sacerdoti

È morto in seguito alle ferite riportate nella notte tra venerdì 29 e sabato 30 giugno il vicario di Bambari, Repubblica Centrafricana, mons. Firmin Gbagoua, quando un gruppo di ribelli hanno attaccato l’episcopio. A renderlo noto un comunicato della Conferenza episcopale centrafricana che riferisce della morte con “grande amarezza” e “condanna con fermezza” le uccisioni di sacerdoti che stanno avvenendo nel Paese. Nel messaggio dei vescovi si fa riferimento in particolare a un altro “odioso assassinio”, quello di don Joseph Angbabata, ucciso a marzo a Seko. Esortando “tutta la comunità cristiana a restare calma”, i vescovi fanno appello al governo e alle forze Onu della Minusca perché “coordinino le loro azioni in modo che gli autori di questi assassinii siano arrestati e condotti davanti alla giustizia” e si domandano “chi tragga beneficio da tutte queste violenze contro la Chiesa cattolica in Centrafrica”. (clicca qui)

Lavoro: Istat, a maggio stima occupati +0,5% su aprile (+114mila). Tasso di disoccupazione al 10,7% (-0,3%), ai minimi dal 2012

“A maggio 2018 la stima degli occupati registra un sensibile aumento (+0,5% rispetto ad aprile, pari a +114mila). Il tasso di occupazione sale al 58,8% (+0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente)”. Lo ha comunicato oggi l’Istat, diffondendo i dati provvisori su “Occupati e disoccupati” a maggio 2018. “A maggio – spiega l’Istituto nazionale di statistica – si registra un netto miglioramento del mercato del lavoro, con una intensa crescita dell’occupazione dipendente, verificata sia per i lavoratori permanenti sia per quelli con contratto a termine”. Secondo i dati diffusi, la stima delle persone in cerca di occupazione a maggio registra un forte calo (-2,9%, pari a -84mila). Contestualmente, “prosegue la contrazione della disoccupazione, che dopo i livelli massimi toccati a fine 2014 è tornata sui livelli della metà del 2012”. Il tasso di disoccupazione si attesta al 10,7%, in calo di 0,3 punti percentuali su base mensile, mentre quello giovanile cala al 31,9% (-1%). Cala, seppur in misura più lieve, la stima degli inattivi tra i 15 e i 64: -0,1% (-13mila). Il tasso di inattività rimane stabile al 34%. (clicca qui)

#EXCO2019: presentata oggi alla Farnesina l’Expo della cooperazione internazionale

È stata presenta questa mattina presso il ministero degli Affari esteri e della cooperazione italiana (Maeci) Exco2019 – l’Expo della cooperazione internazionale, la prima e unica Fiera, a livello internazionale, rivolta alla cooperazione secondo il punto di vista delle aziende, oltre che delle istituzioni. L’innovativo appuntamento (15 – 17 maggio 2019) è stato ideato e realizzato da Fiera Roma assieme a Diplomacy e Sustainaway, ed è rivolto ad aziende e buyer che operano in ricerca scientifica, innovazione tecnologica e formazione; in particolare a quelle impegnate nell’offerta di servizi, prodotti e soluzioni per lo sviluppo sostenibile per i Paesi interessati all’implementazione di azioni di cooperazione. Due i punti sostanziali, è stato spiegato: “creazione di nuovi posti di lavoro e innovazione”. A questi si aggiungono tre parole chiave: sostenibilità, buone pratiche e business secondo i principi di Agenda 2030 e degli Obiettivi di sviluppo sostenibile. (clicca qui)

8xmille: concorso “Tuttixtutti”, resi noti i 10 progetti vincitori dell’edizione 2018

La “Casa accoglienza Giovanni Piro” per famiglie in difficoltà a Catania, il progetto di “Multiservice solidale” per dare opportunità lavorative, a Pesaro, a giovani e adulti in situazione di vulnerabilità economica, e la “Casa della Misericordia” a Roma realizzata per offrire un sostegno economico a 1.000 famiglie in situazioni di grave povertà. Questi i primi tre dei 10 progetti vincitori di “TuttixTutti”, il concorso Cei che premia i progetti di utilità sociale delle parrocchie. Sono stati scelti da una giuria tra le 567 candidature pervenute. I primi tre vincitori della 8ª edizione del concorso, sono la parrocchia Santi Pietro e Paolo di Catania per il progetto denominato “Accogliere” che ha conquistato il 1° premio da 15.000 euro, la parrocchia Sacro Cuore in Soria di Pesaro che con “Multiservice Solidale” ha vinto il 2° premio da 12.000 euro mentre la parrocchia Santa Maria della Fiducia di Roma che si è aggiudicata il 3° premio da 10.000 euro con la “Casa della Misericordia”. (clicca qui)

Agenda 2040: Fond. Ambrosianeum, “per Milano il rischio di una crescita a due velocità”

“Le periferie sono un punto di osservazione privilegiato per capire come sarà la Milano di domani”. Lo ha detto questa mattina durante la presentazione del Rapporto 2018 della Fondazione Ambrosianeum, dedicato all’Agenda 2040 sulla città di domani, la professoressa Rosangela Lodigiani, curatrice del rapporto. “Le periferie – ha proseguito Lodigiani – sono il luogo in cui si gioca la sfida culturale della città, contesti in cui emergono tutte le contraddizioni di una crescita che c’è, ma che rischia di alimentare le disuguaglianze. Allo stesso tempo però le periferie sono luoghi di grandi risorse e potenzialità da cogliere e valorizzare” come dimostrano alcune esperienze di interazione sociale raccontate nello studio. Dal punto di vista demografico, Milano cresce diventando sempre più multietnica e, soprattutto, anziana con l’indice di vecchiaia destinato a salire dai 136 anziani ogni 100 giovani del 2018 ai 178 previsti nel 2036. “Se Milano vuole continuare a coltivare le proprie eccellenze – ha rilevato Lodigiani – non può perdere di vista il più importante dei suoi obiettivi: seguire un modello di sviluppo che sia anzitutto sociale e umano, che contrasti disuguaglianze e dualismi in un quadro di giustizia sociale”. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa