Germania: Unesco, cattedrale di Naumburg 44° monumento tedesco “Patrimonio universale dell’umanità”

I cristiani tedeschi e il mondo della cultura germanico festeggiano il riconoscimento di “Patrimonio universale dell’umanità” conferito dall’Unesco alla cattedrale romanico-gotica dei santi Pietro e Paolo di Naumburg (Sassonia – Anhalt), ottenuto ieri a Manama, capitale del Bahrain. La presidente della Commissione tedesca per l’Unesco, Maria Böhmer, ha sottolineato che “la cattedrale di Naumburg è un capolavoro della creatività umana”. Il complesso ecclesiale, nato come cattedrale romanica della defunta diocesi cattolica di Naumburg, ha successivamente goduto di ampliamenti gotici, in particolare nel secondo coro occidentale con dodici famose statue capolavoro assoluto del gotico mondiale (tra di esse la statua di Uta di Ballenstedt, moglie del fondatore della cattedrale paragonata per bellezza all’Angelo del sorriso di Reims). Il riconoscimento include anche i vigneti e le strutture circostanti, unica testimonianza tedesca Alto Medievale intatta. Nel 1542 la cattedrale divenne luterana. Naumburg è il 44° sito tedesco riconosciuto dall’Unesco, e ben 16 sono le cattedrali, i monasteri e gli edifici religiosi che dal 1978 – anno in cui il riconoscimento venne attribuito alla cattedrale carolingia di Aquisgrana, fondata nell’anno 800 da Carlo Magno – hanno ricevuto il titolo di “Patrimonio universale dell’umanità”. Tra di esse il duomo di Spira, la chiesa rococò dei pellegrini di Wies, la chiesa del castello di Wittenberg dove la tradizione fa originare la riforma luterana, e il duomo di Colonia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa