Famiglia e lavoro: Trento, Ai.Bi. e Aibc ottengono la certificazione Family Audit Executive

Aibi (Associazione Amici dei bambini) e Aibs Società cooperativa sociale hanno ottenuto dalla Provincia Autonoma di Trento la certificazione Family Audit Executive. Si tratta di un “marchio registrato e di proprietà della provincia trentina – si legge in una nota – attraverso il quale l’ente locale certifica, attraverso percorsi di valutazione sistematica e standardizzata, con il supporto di professionisti accreditati al Registro dei consulenti e valutatori Family Audit e l’ausilio di una piattaforma informatica denominata ‘GeAPF Family Audit’, l’attenzione diffusa al benessere dei propri dipendenti e delle loro famiglie da parte di enti e aziende che operano nel territorio provinciale”.
“Una certificazione – quella del Family Audit – che riconosce e valorizza l’attenzione delle due realtà associative verso i propri dipendenti e le loro famiglie, con l’obiettivo di conquistare standard di qualità sempre più alti in fatto di conciliazione tra dei tempi del lavoro con quelli per la famiglia”.
Aibi è stata tra le 50 organizzazioni prescelte per partecipare alla prima sperimentazione nazionale dello standard Family Audit (www.familyaudit.org) indetta dal Dipartimento per le Politiche della famiglia nel 2012. Nell’agosto 2013 ha ottenuto il primo certificato-base Family Audit. Da tale data ha quindi preso avvio il piano triennale delle attività volte a migliorare e consolidare la conciliazione tra famiglia e lavoro, fino all’ottenimento del certificato Family Audit Executive.
Soddisfatto il presidente dell’Aibi, Marco Griffini: “La famiglia è da sempre al centro dell’impegno di Ai.Bi. in Italia e nel mondo, dunque un bene prezioso da difendere e sostenere”. “Dinanzi alla crisi demografica dell’Italia – aggiunge – è fondamentale che il mondo del lavoro – dove investiamo gran parte del nostro tempo – riconosca la famiglia come cellula viva e operosa della società, dandole la giusta priorità: se cresce la famiglia cresce anche la società”.
“Siamo soddisfatti di questo importante traguardo”, dichiara Ermes Carretta, presidente della Aibc. “Siamo una Società cooperativa giovane che lavora per, con e al fianco delle famiglie. La conciliazione tra vita privata e lavoro – rileva – fa bene a chi lavora, alle loro famiglie e di conseguenze alle famiglie che beneficiano dei nostri interventi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa