Associazioni: Comunità Papa Giovanni XXIII, da oggi a Canazei il primo “Campo di condivisione” con 160 partecipanti. 50 anni fa la prima esperienza

Sono 160 i partecipanti al primo dei “Campi di condivisione” promossi dalla Comunità Papa Giovanni XXIII per l’estate 2018. Famiglie, ospiti di case famiglia e giovani, tra cui molti con problemi di handicap o prevenienti da storie di disagio ed emarginazione, trascorreranno un periodo di vacanza presso l’albergo Madonna delle Vette ad Alba di Canazei, la struttura voluta da don Oreste Benzi che per raccogliere i fondi necessari per la sua costruzione si recò negli Stati Uniti negli anni ’50, con in tasca una lettera dell’amico regista Federico Fellini.
“In queste vacanze non ci sono operatori e utenti – spiega Giovanni Paolo Ramonda, presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII – ma persone che scelgono di condividere le vacanze con chi altrimenti rimarrebbe a casa, e spesso sono le loro uniche ferie. Molti organizzano soggiorni per disabili, ma i nostri campi sono un’altra cosa. Non parliamo di assistenza ma di condivisione, di vivere insieme. È questo principio che fa la differenza”.
La prima di queste esperienze partì esattamente 50 anni fa proprio ad Alba di Canazei. “Fu un fatto sconvolgente per l’epoca”, spiega Ramonda, ricordando che “giovani disabili, al tempo chiamati spastici, che vivevano chiusi in istituto, per la prima volta giravano liberi sulle alte vette, sugli autobus, sulla funivia. Ci fu la reazione dell’Azienda di soggiorno che temeva una fuga di turisti. Invece fu l’inizio di un nuovo approccio al mondo dell’emarginazione. Da questo primo campo nacque la Comunità Papa Giovanni XXIII, l’opera di don Benzi, diffusa oggi in 42 Paesi del mondo”.
Per celebrare l’anniversario e rilanciare la sfida della condivisione la Comunità ha organizzato un appuntamento il 10 luglio a partire dalle 16 presso Casa Madonna delle Vette. Dopo l’intervento di Ramonda, verrà inaugurata una mostra fotografica con immagini inedite di un giovane don Benzi e dei primi campi di condivisione. Alle 18 la messa presieduta dall’arcivescovo di Trento, mons. Lauro Tisi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa