Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Migranti, autorizzato a Pozzallo lo sbarco per i 450. Francia è campione del Mondo. Trump-Putin, verso il Summit a Helsinki

Migranti. Autorizzato lo sbarco per tutti i 450. Praga attacca, “così è l’inferno”

È arrivata in tarda serata dal Viminale l’autorizzazione per lo sbarco a Pozzallo di tutti i migranti ancora presenti a bordo della nave della Gdf e di quella di Frontex che erano ferme da ieri in rada. In questo modo tutti i circa 450 profughi possono scendere a terra, in attesa di essere smistati nei paesi della Ue – Spagna e Portogallo – che hanno dato la loro disponibilità ad accoglierne una parte. Per decisione del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nelle ore precedenti era stato consentito lo sbarco a donne e bambini, insieme a chi aveva bisogno di assistenza medica e ad alcuni uomini, per evitare che le famiglie venissero divise. Tra i profughi fatti scendere due donne incinte, una con problemi cardiaci, sbarcata su una barella, l’altra con gravissimi problemi di denutrizione. Ma contro la linea italiana, oltre al silenzio dell’Austria, si sono scagliati i Paesi dell’Est, in primis Ungheria e Repubblica Ceca. “Ho ricevuto la lettera del premier italiano Conte in cui chiede all’Ue di occuparsi di una parte delle 450 persone ora in mare – ha scritto su Twitter il premier ceco Andrej Babis -. Un tale approccio è la strada per l’inferno”.

La Francia è campione del Mondo. Croazia battuta 4-2. Ma a Parigi festa rovinata da gruppi di violenti

Francia batte Croazia 4-2 ed è campione del Mondo. I transalpini conquistano la seconda stella dopo quella del 1998 con Zidane. Bis anche per il ct Didier Deschamps, che dopo aver vinto da giocatore trionfa anche da tecnico. Prima di lui c’erano riusciti solo il brasiliano Mario Zagallo e il tedesco Franz Beckenbauer. Purtroppo a Parigi poche decine di violenti hanno rovinato la serata di festa sugli Champs-Élysées. Alcuni negozi sono stati danneggiati e un uomo è stato gravemente ferito durante una rissa. Alla fine la polizia è dovuta intervenire con lacrimogeni e getti d’acqua per disperdere la folla. Tafferugli anche in altre città della Francia come Lione e Marsiglia, dove due agenti sono stati feriti da colpi di proiettile. Per la finale dei Mondiali e la festa nazionale del 14 luglio la Francia ha mobilitato 110mila agenti della sicurezza. Secondo il ministero dell’Interno, durante la festa della presa della Bastiglia, più di 500 persone sono state messe sotto sorveglianza.

Trump-Putin. Summit a Helsinki. In agenda Siria, interferenze russe e relazioni con UE

Helsinki e i finlandesi accolgono Donald Trump arrivato per lo storico incontro con il leader del Cremlino Vladimir Putin. Il presidente Usa fa sapere di essere molto ottimista, ha ottime relazioni con la Russia, la Cina, la Corea del Nord. “Da questo faccia a faccia, sottolinea, non uscirà nulla di negativo anzi ne uscirà qualcosa di buono. Anche se le premesse non sono delle migliori”. In agenda temi che pesano: dalla questione siriana, alle interferenze russe nelle presidenziali americane, alle relazioni con l’Unione Europea. Intanto diverse migliaia di persone hanno manifestato a Helsinki per denunciare gli attacchi ai diritti umani, alla libertà di stampa e alla libertà di espressione.

Drammatico weekend sulle strade, 9 morti in incidenti

Quello che si è concluso è stato un fine settimana funestato da numerosi incidenti stradali in cui hanno perso la vita 9 persone e altre 15 sono rimaste ferite, alcune in modo molto grave. Nella giornata di ieri il più grave si è verificato sulla A1 nel frusinate, dove hanno perso la vita due giovani avvocati Stanislao Acri e Daria Olivo, entrambi di 35 anni, e il loro bambino di appena 6 mesi. Stanislao Acri, rossanese, era figlio di Pier Emilio Acri, penna storica del giornalismo calabrese. L’incidente, avvenuto tra Ceprano e Pontecorvo in tarda mattinata, ha mandato letteralmente in tilt la circolazione. La coppia, di origine calabrese, stava facendo ritorno a casa dopo qualche giorno di vacanza a Roma.

Morto l’ematologo Mandelli. Mattarella ai suoi collaboratori, “continuare la sua opera”

“Addio al nostro presidente , professor Franco Mandelli, una vita dedicata alle malattie del sangue e alla solidarietà”. Così il profilo Facebook dell’Associazione italiana contro le leucemie annuncia la morte di Mandelli: “anima della mostra organizzazione di cui era presidente onorario e fondatore del Gimema”. Mandelli, nato 87 anni fa a Bergamo, è stato una figura di spicco nella lotta alle malattie del sangue, in particolare contro il linfoma di Hodgkin e delle leucemie acute. Anche il presidente della Repubblica Mattarella esprime dolore e soprattutto stima per il lavoro di ricerca compiuto da Mandelli esortando “tutti i suoi allievi e collaboratori” a “proseguirne l’opera con la stessa dedizione e lo stesso impegno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo