Notizie Sir del giorno: migranti in Europa, Nicaragua, Ue-Cina, elezioni Bosnia-Erzegovina, laicato in Australia, Colombia, incontro giovani italiani con Francesco

Migranti: don Okulik (Ccee), “questo corto circuito della classe dirigente europea è preoccupante”

“Questo corto circuito della classe dirigente europea è preoccupante perché dimostra che c’è una prontezza nell’accentuare le proprie posizioni, a far vedere da che parte è ciascuno. Quello che si vede di meno, è l’impegno ad affrontare compiutamente e gestire questa situazione. Sembra essere caduti in Europa in una sorta di sonnolenza della coscienza che non permette più di capire la drammaticità di questo fenomeno umano”. Lo afferma don Luis Okulik, segretario della Commissione Affari sociali del Ccee a proposito delle frontiere soprattutto ad Est dell’Europa che si chiudono alle richieste dell’Italia e a quanto il premier ceco Andrej Babis, ha scritto su Twitter, riguardo alla lettera del premier Conte: “Un tale approccio è la strada per l’inferno”. Raggiunto telefonicamente dal Sir, al termine dell’incontro annuale dei vescovi e dei delegati responsabili per la pastorale dei migranti delle Conferenze episcopali in Europa che si è svolto nei giorni scorsi a Stoccolma, don Okulik afferma: “La questione è diventata sempre più complessa proprio perché a livello della politica europea ci sono differenze difficilmente conciliabili. Questo fa sì che le scelte che vengono fatte probabilmente tendono a rompere questo stallo. Tuttavia forse bisognerebbe mettere più attenzione sul fatto che qualsiasi scelta politica venga fatta, va a toccare la vita di persone che arrivano già con alle spalle esperienze di sofferenza molto grande”. (clicca qui)

Nicaragua: padre Alfaro Salazar, “il popolo ha sopportato qualunque assedio. I nostri sono vescovi con l’odore delle pecore”

“Il popolo nicaraguense non perde la speranza, però la situazione è molto tesa e bisogna che il mondo conosca questa triste realtà che sta vivendo in questo momento il nostro popolo”. Padre José Bosco Alfaro Salazar, salesiano, parla da uno degli epicentri della protesta popolare di questi mesi in Nicaragua, la città di Masaya, culla del folclore nicaraguense. È direttore del locale collegio salesiano Don Bosco. “Anche negli ultimi giorni il popolo ha manifestato pubblicamente, con grandi marce di protesta che si sono svolte a Managua, e con due scioperi nazionali durati un giorno intero, come forma di pressione per chiedere che il presidente Ortega e la vicepresidente, la moglie Rosario Murillo, considerati ormai dei dittatori, lascino il potere”. Inoltre, con le aggressioni ai vescovi e gli attacchi a varie chiese, “il governo di Daniel Ortega ha lanciato una forte e chiara minaccia alla Chiesa cattolica. Usando tutti i mezzi, vogliono che la popolazione creda che è proprio la Chiesa a promuovere la violenza”. “Da parte loro, i vescovi confermano ogni giorno il loro impegno a fianco della popolazione, continuando a credere nel dialogo, come ha chiesto loro Papa Francesco. Gli attacchi – assicura il salesiano – non hanno spento la loro autorità di pastori con l’odore delle pecore, il loro stare a fianco di coloro che soffrono, delle vittime, di coloro che sono assediati dal’ideologia di un governante attaccato al potere, che ha perso tutta la credibilità, che promuove e proclama una pace camuffata”. (clicca qui)

Ue-Cina: firmato accordo di collaborazione su “cambiamenti climatici ed energia pulita”

(Bruxelles) “Una riunione fruttuosa” è stato il 20° summit Ue-Cina, a cui hanno partecipato il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk e il presidente della Commissione Jean-Claude Junker e in cui si è “concordato di sviluppare ulteriormente il partenariato strategico Ue-Cina”, che compie 5 anni. È una dichiarazione dello stesso Tusk a sintetizzare i temi del confronto e a definire Ue e Cina concordi nel “ribadire il sostegno per la risoluzione pacifica della questione nucleare nordcoreana attraverso mezzi diplomatici e per una completa denuclearizzazione della penisola coreana; uniti anche “nel nostro impegno per la continua, piena ed efficace attuazione dell’accordo nucleare iraniano”. “Persistono differenze”, invece sui diritti umani e “non è sempre facile trovare un accordo”, anche se è stato concordato di “intensificare gli scambi in seguito al recente dialogo sui diritti umani”. Nel ricordare che “nello stesso giorno in cui l’Europa incontra la Cina a Pechino, il presidente americano Trump e il presidente russo Putin si parleranno a Helsinki”, Tusk ha chiesto ai presidenti di Cina, America e Russia di “avviare congiuntamente il processo di riforma dell’Organizzazione mondiale del commercio” per “prevenire conflitti e caos”, evitando il “gioco duro” delle guerre tariffarie e dei conflitti e cercando invece “soluzioni comuni basate su regole eque”. Nel corso del summit è stata firmata dai leader Ue e dal premier cinese Li Keqiang una “dichiarazione congiunta” sui temi che compongono la partnership e su una serie di punti legati ai “cambiamenti climatici ed energia pulita”. (clicca qui)

Bosnia-Erzegovina: messaggio vescovi per elezioni parlamentari, “inaccettabile che nel Parlamento si prendano decisioni per conto di altre nazionalità”

Dopo la sessione dei vescovi della Bosnia-Erzegovina, conclusa il 14 luglio a Banja Luka, è stato pubblicato un messaggio della Conferenza episcopale in occasione delle prossime elezioni parlamentari in programma il 7 ottobre 2018. L’appello verso i cattolici e tutti gli uomini di buona volontà è prima di tutto a “registrarsi per poter esercitare il proprio diritto di voto”, quale “obbligo morale nei confronti della società in cui si vive”. “Le elezioni politiche in ogni società democratica rappresentano un evento importante, occasione di un inizio nuovo” scrivono i vescovi del Paese balcanico, rilevando come “in una società complessa, come quella in Bosnia-Erzegovina, è necessario rispettare i diritti di ogni persona umana, incluso il diritto di ritornare in patria, in un clima di dialogo continuo, nel rispetto delle differenze dei popoli, delle culture, della lingua e della confessione“. Secondo i vescovi, per realizzare questo “è necessario far cessare la logica della maggioranza e del veto”. “È ugualmente incomprensibile – si afferma nella nota – adottare decisioni molto importanti per gli abitanti di una delle nazionalità da parte del Parlamento a scapito di altre, senza tener presente la volontà dei suoi rappresentanti”. (clicca qui)

Australia: Conferenza episcopale, pubblicate linee guida “Accompagnatori fedeli della grazia di Dio” verso il Concilio plenario del 2020

“Accompagnatori fedeli della grazia di Dio” è il titolo del documento sul ministero dei laici nella Chiesa in Australia che è stato lanciato alla Conferenza nazionale sulla nuova evangelizzazione, Proclaim2018, promossa dalla Commissione episcopale per l’evangelizzazione (Brisbane, 12-14 luglio 2018). Il testo “descrive il ministero e la missione della Chiesa”, scrive nell’introduzione il vescovo Michael McCarthy che presiede la Commissione episcopale per il ministero della Chiesa; è un “documento di lavoro” che “offre una solida base teologica e pastorale per la pastorale laicale”, sul cammino verso il Concilio plenario della Chiesa australiana del 2020. Il documento evidenzia come sia da chiarire la “complementarietà dei ministeri” tra laici e sacerdoti, “evitando la clericalizzazione dei laici” e preoccupandosi anche di “professionalizzare” il contributo dei laici, secondo alcuni parametri, cosa che i vescovi ritengono necessario “per assicurare la qualità della cura pastorale e per proteggere le persone vulnerabili”. (clicca qui)

Colombia: Governo, Forze armate, Farc e paramilitari consegneranno tutti i documenti sul conflitto alla Comisión de Verdad presieduta dal gesuita De Roux

La Comisión de Verdad, l’organo previsto dagli accordi di pace tra Governo e Farc, presieduto dallo scorso autunno dal gesuita padre Francisco De Roux, riceverà tutti i documenti e informazioni utili sul conflitto colombiano, a partire dal 1953, da Governo, Forze armate, Farc, paramilitari e organizzazioni di imprenditori, agricoltori, indigeni. Tutte queste realtà hanno infatti risposto in modo positivo alla richiesta effettuata della Commissione. Lo afferma in un’intervista pubblicata ieri sul quotidiano “El Tiempo” lo stesso padre De Roux, specificando che per tutti i documenti si intende anche quelli riservati. Il religioso racconta che il recente incontro con i vertici del Ministero della difesa e dell’Esercito si è svolto “in un clima di fiducia, serietà, sincerità e chiarezza”. Ha aggiunto padre De Roux: “Voglio dirlo con grande forza: non siamo una Ong per i diritti umani, non siamo un’opposizione politica. Non siamo, per esempio, contro l’Esercito e neppure contro le Farc. Siamo un’entità autonoma e indipendente”. (clicca qui)

Incontro giovani italiani con Papa Francesco: Snpg (Cei), pronti timbro per le credenziali dei pellegrinaggi e programma della notte bianca dell’11 agosto

Un timbro da apporre sulle credenziali per segnare il cammino dei giovani pellegrini diretti a Roma per l’incontro con Papa Francesco l’11 e 12 agosto prossimi. A prepararlo è il Servizio nazionale per la pastorale giovanile (Snpg) che lo invierà gratuitamente alle diocesi che lo troveranno nella spedizione dei kit del pellegrino. Seguendo, infatti, l’antica tradizione sviluppata sui percorsi storicamente più attestati, molte diocesi hanno preparato la “credenziale” per il proprio pellegrinaggio. Si tratta di un foglio ripiegato che ha degli spazi vuoti per timbrare il passaggio alle varie tappe del cammino. Il timbro riporta il logo dei cammini che accomuna l’esperienza dei giovani italiani, con il titolo dell’esperienza “Per mille strade” e una “mezza” data: viene riportato infatti “agosto 2018”, lasciando lo spazio per aggiungere a penna la data di ogni tappa che verrà scritta a mano giorno per giorno. Intanto è stato reso noto anche il programma della festa che si svolgerà durante “notte bianca” tra l’11 e il 12 agosto, quando 19 chiese sul percorso Circo Massimo-San Pietro resteranno aperte per la preghiera personale e comunitaria, le confessioni e non solo. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo