Warning: Redis::connect(): connect() failed: Connection refused in /var/www/html/wordpress/wp-content/plugins/wp-redis/object-cache.php on line 1105
Accoglienza: laici Tursi-Lagonegro a Salvini, "infame coinvolgere l'infanzia nel circo mediatico della campagna elettorale" | AgenSIR

Accoglienza: laici Tursi-Lagonegro a Salvini, “infame coinvolgere l’infanzia nel circo mediatico della campagna elettorale”

“Che un ministro della Repubblica arrivi a plaudire, a dire ‘bravo’ e a gratificare con ‘Numero uno!’ un ragazzino che in piazza Montecitorio gli dice ‘non vogliamo extracomunitari in Italia’ è decisamente troppo e va al di là di ogni possibile comprensione”. Lo scrive in una nota la Consulta diocesana delle aggregazioni laicali di Tursi-Lagonegro, in seguito all’“odissea della nave Aquarium” e alle “prese di posizione sui porti chiusi, gli attracchi impediti, lo sbarco con le manette”. “Vediamo con preoccupazione la spaccatura nel Governo sul problema dei migranti, che indebolisce l’immagine dell’Italia nella percezione dei partner europei ed extraeuropei”, si legge nel comunicato. La Consulta delle aggregazioni laicali esprime inoltre “indignazione” per il siparietto del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, con un bambino davanti alla Camera dei deputati. “Il ministro con il suo plauso si è assunto una gravissima responsabilità. Coinvolgere l’infanzia nel circo mediatico di una campagna elettorale senza fine è gesto che può essere definito con una sola parola: infame. Quel ragazzino, di dieci anni all’incirca, si convincerà ancora di più di aver parlato bene, pensato bene, di star facendo l’interesse (il bene?) della sua famiglia, del suo quartiere, del suo Paese. Un ministro – ammonisce la Consulta – avrebbe dovuto intervenire a correggere o quanto meno reagire con cautela, anche solo in nome del buon senso”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia