This content is available in English

Vertice Nato: Marrone (Iai), “sostenere l’Unione europea nel pattugliamento del Mediterraneo”

“Trump ha alzato i toni per poter dire che grazie alla sua forzatura gli europei spenderanno di più. Ma questo non è vero, perché era già stato tutto approvato”. Lo sostiene Alessandro Marrone, responsabile del programma “Difesa” e del programma “Sicurezza” dello Iai (Istituto affari internazionali), a conclusione del vertice della Nato a Bruxelles. Sual’uscita degli Usa dalla Nato, Marrone afferma: “Il Senato americano ha approvato in questi giorni una mozione a sostegno della Nato con 97 voti a favore e 2 contrari. Non c’è volontà nel Congresso di uscire dal trattato firmato 70 anni fa. Trump, tuttavia, può minacciare di alleggerire l’impegno militare nella Nato e questo sarebbe molto grave, per quanto improbabile. Sono troppi, infatti, i benefici che gli Usa ricavano dalla Nato”. È importante, inoltre, la definizione di una difesa comune europea “per contribuire meglio alla sicurezza in ambito Nato e avere un rapporto più equilibrato con gli Stati Uniti. I Paesi europei dovrebbero non solo aumentare le spese per la difesa, che sono effettivamente basse, ma fare investimenti insieme in capacità militari ed equipaggiamenti per intervenire anche laddove gli Usa non fossero interessati”. Per Marrone, infine, “la Nato dovrebbe avere un approccio più articolato sostenendo, ad esempio, l’Unione europea nel pattugliamento del Mediterraneo affinché si possa contrastare il traffico dei migranti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo