Università Europea Roma: corso di laurea in Giurisprudenza si arricchisce del profilo “Diritto e gestione delle nuove tecnologie”

Il corso di laurea in Giurisprudenza dell’Università Europea di Roma (Uer) si arricchisce di un nuovo profilo, “Diritto e gestione delle nuove tecnologie”, il cui coordinamento scientifico sarà affidato al prof. Andrea Stazi. “L’obiettivo – si legge in una nota dell’Uer – è quello di favorire l’acquisizione di conoscenze e competenze che sono oggi molto richieste nel mondo del lavoro, fornendo gli elementi necessari per una corretta comprensione della rivoluzione digitale, con un approccio multidisciplinare sotto il profilo giuridico, tecnologico ed economico”.
“Il corso fondamentale di base del profilo – prosegue la nota – sarà l’insegnamento di ‘Diritto delle nuove tecnologie’ previsto al secondo anno del corso di laurea in Giurisprudenza, che intende offrire agli studenti le conoscenze di base per affrontare le eterogenee sfide che l’avvento delle nuove tecnologie produce nella vita quotidiana e, dunque, nel diritto, nella società e nell’economia odierni”.
In particolare, spiegano dall’Uer, “il corso fondamentale fornirà gli elementi essenziali in merito ad alcune tematiche, secondo una impostazione concettuale che distingue rispettivamente i mutamenti che le nuove tecnologie implicano per: individuo, stato, e beni/contratti/mercati. Ognuna di queste tematiche verrà poi approfondita nei corsi opzionali legati al presente profilo”.
Oltre alle lezioni frontali, gli studenti saranno coinvolti in dibattiti e discussioni anche attraverso workshop tematici. Il profilo include tre corsi opzionali sui temi “Diritto e gestione dei dati personali e delle biotecnologie”, “Diritto e gestione della pubblica amministrazione digitale” e “Diritto e gestione dei contenuti e dei servizi online”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo