Mediterraneo: segretariato permanente dell’Assemblea Euromediterranea a Roma. Tajani, “ruolo chiave nella stabilità” della Regione

(Bruxelles) Sarà a Roma il segretariato permanente dell’Assemblea Euromediterranea, l’organismo che riunisce i Paesi che si affacciano sul Mare Nostrum. Questa è “una grande occasione di rilancio della politica per il Mediterraneo”, ha dichiarato il vice-presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, evidenziando la necessità di “rafforzare il dialogo fra i Paesi delle sponde nord e sud del Mediterraneo”, per affrontare le sfide dell’immigrazione, sicurezza, crescita economica. L’assemblea si riunisce una volta all’anno ed è composta da 29 Parlamenti membri e due associati, Santa Sede e Ordine di Malta. Per il presidente del Parlamento Antonio Tajani, secondo cui la scelta di Roma “integra tutti i criteri di qualità ed efficacia richiesti dall’Assemblea stessa”, ora il rilancio dell’Assemblea potrà avere “un ruolo chiave nella stabilità del Mediterraneo, a cominciare dalla Libia, dove va sostenuto il processo verso le elezioni e il rafforzamento dello Stato”. Anche il Parlamento è impegnato per il dialogo sul Mediterraneo. In agenda già la data del 10 ottobre con una conferenza sulla Libia al Parlamento; in fase di studio un evento in Giordania su rifugiati e corridoi per l’asilo, uno a Roma sui diritti dei bambini e sui minori non accompagnati. Parlamento e Assemblea lavoreranno insieme per un’iniziativa sul completamento di un’unione di libero scambio tra i Paesi del Mediterraneo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo