Lavoro: Natili Micheli (Cif), non è semplice “mezzo per ottenere reddito” ma “cemento di cooperazione nella storia umana”. Critiche al “reddito di cittadinanza”

“Il lavoro è cemento di cooperazione nella storia umana, mezzo con cui ciascuno esprime i propri talenti ed infine è il lavoro che assegna dignità al reddito in quanto il lavoro è la cifra della reciprocità”. Lo afferma la presidente nazionale del Centro italiano femminile (Cif), Renata Natili Micheli, a proposito del dibattito politico attorno all’annunciato “reddito di cittadinanza”. Lo strumento individuato per “un reddito garantito” per Natili Micheli “non corrisponde al diritto/dovere di ciascun lavoro e alla cittadinanza che dal lavoro scaturisce”. “La critica – si legge in una nota – colpisce l’idea di fondo sottesa la proposta del Governo e che riguarda la concezione del lavoro considerato essenzialmente mezzo per ottenere reddito da cui discenderebbe la cittadinanza”. Secondo il Cif, “dalle proposte in campo si evince un individualismo che mina alla base l’idea di democrazia come specificata dall’art. 1 della Carta Costituzionale, che grazie al lavoro auspica la fine delle rendite e i privilegi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo