Diocesi: mons. Lorefice (Palermo), “guardare la città a partire dai più piccoli”

“Il tema che si è voluto dare di ‘Palermo bambina’ al Festino di quest’anno ci indirizza perché possiamo guardare la città degli uomini a partire dai più piccoli, cioè dai bambini che dobbiamo custodire e accompagnare. La nostra santa patrona Rosalia ha guardato dall’altro il suo mare che deve essere un mare che non lascia morire i bambini”. Lo ha affermato l’arcivescovo mons. Corrado Lorefice, in occasione della presentazione del programma religioso del Festino in onore di Santa Rosalia, giunto alla 394ª edizione. A “raccontare” il Festino di Santa Rosalia e a “cucire” i vari momenti del grande spettacolo sarà il popolare attore Leo Gullotta. Come ogni anno, il corteo domani sera si snoderà lungo il percorso che dal Piano di Palazzo Reale porta al Foro Italico. Il carro, allestito da un team di artiste professioniste, rappresenta un veliero con due alberi e saranno ben visibili i fiori simbolo di Santa Rosalia, rosa e lilium, in un gioco di colori dedicato alla fanciullezza. Al suo fianco, da Palazzo Reale ai Quattro Canti, la Kids Orchestra Band del Teatro Massimo, composta da ragazzi compresi tra gli 8 e i 15 anni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo