Ue: Commissione, quadro di sorveglianza post-crisi. Per la “normalizzazione” dell’economia in Grecia

(Bruxelles) “Il 20 agosto segnerà un nuovo inizio per la Grecia. È importante che il Paese continui a perseguire politiche macroeconomiche e di bilancio prudenti e che completi le riforme concordate. La sorveglianza rafforzata serve ad aiutare la Grecia a consolidare la fiducia dei mercati, degli investitori e delle imprese, che chiedono stabilità e prevedibilità. In questo modo sarà possibile attrarre maggiori investimenti e garantire una crescita sostenibile, che consentirà la creazione di nuovi posti di lavoro e il miglioramento delle condizioni sociali e di vita del popolo greco”. Valdis Dombrovskis, vicepresidente responsabile per l’euro e il dialogo sociale, nonché per la stabilità finanziaria, commenta la decisione adottata oggi dall’esecutivo Ue di attivare il quadro di sorveglianza rafforzata per la Grecia “per sostenere l’attuazione delle riforme concordate a seguito della conclusione positiva del programma di sostegno alla stabilità del meccanismo europeo di stabilità” (Mes). Il 20 agosto la Grecia concluderà infatti il programma di sostegno alla stabilità del Mes. Questo risultato “è stato conseguito grazie ai sacrifici del popolo greco, all’impegno della Grecia a favore di riforme e alla solidarietà dei partner europei”. La decisione odierna vorrebbe agevolare la normalizzazione della Grecia, “consolidando i progressi compiuti, e sosterrà la realizzazione, il completamento e la continuità delle riforme concordate nell’ambito del programma, in linea con gli impegni assunti dalle autorità greche”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia