Ospedale Bambino Gesù: card. Parolin, “il Papa lo considera uno strumento valido per l’esercizio di quella carità che gli sta tanto a cuore”

“Accanto al mio saluto personale vi porto anche il saluto di Papa Francesco che ha molto a cuore il Bambino Gesù”. Esordisce a braccio il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, nel suo saluto alla presentazione, questa sera a Roma, presso l’Auditorium di San Paolo Fuori le Mura, del bilancio sociale e della relazione sanitaria e scientifica dell’anno 2017 dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù. “Non mancano occasioni e gesti – prosegue sempre a braccio riferendosi al Pontefice – per manifestare la sua vicinanza e il suo sostegno al Bambino Gesù che considera uno strumento valido per l’esercizio di quella carità che gli sta tanto a cuore”. Richiamando i dati esposti nella relazione appena presentata da medici e ricercatori del nosocomio, il segretario di Stato sottolinea “l’equilibrio tra buoni risultati, concretizzazione e avanzamento di processi complessi e promozione di relazioni umane e sociali significative” ed evidenzia che l’ospedale “continua a coniugare con intelligenza metodo scientifico e carità, nella consapevolezza che assistere gli ultimi e condividere le conoscenze è una delle vie più fruttuose per lo sviluppo dei popoli”. Di qui l’apprezzamento del porporato per la sensibilità dimostrata dal Bambino Gesù nell’accoglienza dei numerosi pazienti che vi giungono per motivi umanitari, per l’impegno nelle missioni internazionali e nell’offerta formativa.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia