Venezuela: mons. Moronta (Cev), nella visita ad limina “porteremo al Papa la voce dei più poveri”

Mons. Mario Moronta

Sicuramente al Santo Padre “porteremo la voce dei più poveri e piccoli della nostra società venezuelana. La visita ad limina sarà espressione della vita e dell’impegno di tutti” Lo ha detto ieri, presentando la lettera pastorale dei vescovi venezuelani sull’imminente visita, il vicepresidente della Conferenza episcopale venezuelana, mons. Mario Moronta, vescovo di San Cristóbal.
In occasione della conferenza stampa mons. Moronta, insieme al segretario generale della Cev, mons. José Trinidad Fernández, ha letto il testo della lettera pastorale rivolta a tutto il popolo di Dio venezuelano. Il documento spiega l’importanza delle visite ad limina nel mantenere e rafforzare il vincolo tra il Chiese locali e nel “rafforzare la responsabilità dei pastori come successori degli apostoli”. L’incontro con il Papa è previsto per il 10 settembre.
Mons. Moronta ha chiesto ai fedeli venezuelani di partecipare alle giornate di preghiera mariana che si effettueranno il 15 di agosto, solennità dell’assunzione, e l’11 settembre, solennità della Vergien di Coromoto, patrona del Venezuela.
La lettera è stata presentata durante i lavori dell’assemblea plenaria della Cev, in corso di svolgimento a Caracas. Domani, a conclusione dell’incontro, sarà reso noto un messaggio di vescovi alla nazione sulla situazione sociale e politica che sta vivendo il Paese.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo