Chiesa: mons. Ekanga (Congo), “tra cinquant’anni due preti su tre proverranno dall’Africa”

“Tra cinquant’anni due preti su tre proverranno dall’Africa. La formazione dei sacerdoti nella Chiesa si sta realizzando in particolar modo nel Terzo mondo”. Lo dichiara mons. José Moko Ekanga, vescovo di Idiofa, in Congo, in una videointervista realizzata dall’Ucsi Palermo. Il presule sottolinea la presenza, in Africa, di numerose vocazioni che vengono seguite con un “buon lavoro di discernimento e formazione”, “ma con pochi fondi e semplici infrastrutture, alcune volte non del tutto adeguate”. “La Chiesa – aggiunge mons. Ekanga – su questa specifica problematica dovrebbe essere più attiva”. A una domanda sull’utilità dei social network, il vescovo di Idiofa, che all’interno della conferenza episcopale del Congo si occupa di comunicazione, afferma che “di solito, parlando con i vescovi del Congo, ricordo che i social network (quelli utilizzati nelle parrocchie o nei gruppi ecclesiali, ndr) sono un’altra parte delle nostre parrocchie e delle nostre diocesi, ‘parrocchie moderne’ che accolgono il maggior numero di fedeli. Tutte queste persone però non sempre sono presenti in Chiesa”. Questo dimostra “l’importanza dei social e dei mezzi di comunicazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa