This content is available in English

Spagna: Gesuiti, rapporto del Servizio migranti sui “Centri di internamento per stranieri”

Viene presentato in questi giorni in diverse città spagnole il rapporto “Sofferenza inutile” curato dal Servizio dei gesuiti spagnoli per le migrazioni (Sjm-E) e disponibile on line (https://sjme.org/). Il rapporto mette in luce la situazione dei “Centri di internamento per stranieri” (Cie), definiti “centri di sofferenza”, in cui nel 2017 sono stati rinchiuse oltre 8mila persone (tra cui 48 minori) delle 28.572 entrate irregolarmente in Spagna. “Il modello dei Cie, derivanti da una legislazione autoritaria e repressiva, non solo porta alla privazione della libertà di persone che non hanno commesso alcun crimine, ma si traduce in isolamento, in stabilimenti che si trovano in condizioni peggiori delle carceri”, si legge nell’introduzione del magistrato Ramiro García de Dios Ferreiro. Sono “sotto intenso e afflittivo controllo di personale di polizia sostenuto, in un gran numero di casi, da decisioni discrezionali e arbitrarie”. Il rapporto si fonda su visite che équipe di gesuiti hanno compiuto nei Cie di Madrid, Barcellona, Valencia, Algeciras e Tarifa ed elabora alcune “raccomandazioni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo