Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Un indagato per l’omicidio di Soumayla Sacko. Putin, tappa a Vienna

Cronaca: omicidio di Soumayla Sacko, le indagini si concentrano su un agricoltore della zona

Proseguono le indagini sull’omicidio di Soumayla Sacko, il 29enne del Mali, “sindacalista” dei braccianti in nero nella piana di Gioia Tauro, ucciso a colpi di fucile sabato sera a San Calogero. I carabinieri della Compagnia di Tropea e della Stazione di San Calogero, infatti, hanno notificato ieri a un uomo del posto – Antonio Pontoriero, 43 anni, agricoltore – un “avviso della persona indagata” e contestuale “notifica di accertamenti tecnici non ripetibili” in relazione all’omicidio, emesso dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia che coordina le indagini. È lo stub, l’esame per accertare la presenza di residui da sparo sulle mani e sui vestiti, “l’accertamento tecnico non ripetibile” cui sarà sottoposto l’uomo indagato. Il Pm sembra però escludere motivazioni razziste.

Politica: Putin a Vienna, primo viaggio dopo la rielezione. “Sanzioni dannose per tutti”

Relazioni bilaterali, sanzioni economiche, politiche energetiche e questioni internazionali. Sono alcuni dei temi trattati dal presidente russo Vladimir Putin nel suo incontro col presidente austriaco Alexander Van Der Bellen, nel corso del primo viaggio all’estero dopo la sua rielezione al Cremlino. Putin ieri si è detto pronto a riannodare i rapporti con l’Unione europea, e ha definito “nocive” le sanzioni contro Mosca. “Sostengo che gli atti che vengono chiamati sanzioni siano dannosi sia per coloro che li dispongono che per coloro che li subiscono. Credo sia interesse comune riuscire a superarli”. A margine della visita sono stati firmati contratti commerciali, il più importante dei quali quello relativo alle forniture di gas fino al 2040. Come ha ricordato il presidente Van Der Bellen, gli investimenti austriaci in Russia ammontano a più di 10 miliardi di euro.

Mondiali calcio: Russia pronta ad accoglie la competizione sportiva. “Amicizia tra i popoli”

In un rush finale prima dei mondiali di calcio, la Russia manda messaggi di pace. Nonostante il conflitto con l’Ucraina, gli scandali di doping e le sanzioni, Mosca è riuscita a scongiurare il boicottaggio. L’ambasciatore russo presso l’Unione europea Vladimir Chizhov ha dato un benvenuto simbolico a dieci nazionali europee. Ai microfoni di Euronews ha detto: “Non è solo una manifestazione sportiva, ma anche una celebrazione della comprensione reciproca e dell’amicizia fra i popoli. È in questo senso che ci prepariamo per i mondiali sul territorio del nostro Paese”.

Giordania: ancora proteste contro l’austerità. Il nuovo premier Omar al-Razzaz al lavoro

La Giordania scende ancora in piazza contro l’austerity, nonostante la nomina di un nuovo primo ministro per sostituire il dimissionario Hani Mulki. Da ormai una settimana migliaia di persone protestano contro l’inasprimento di alcune tasse previsto da una proposta di legge presentata in Parlamento. La misura fa parte delle riforme richieste dal Fondo monetario internazionale, in cambio di un programma di finanziamento di tre anni. Secondo i manifestanti il costo della vita sta aumentando troppo in Giordania. Per sostituire il premier Mulki, che si è dimesso sull’onda delle manifestazioni, Re Abdullah di Giordania ha nominato l’uscente ministro dell’Educazione, Omar al-Razzaz, già economista per la Banca mondiale. A lui il re ha chiesto di formare un nuovo esecutivo e di coinvolgere subito i rappresentanti delle categorie in colloqui per ridiscutere la riforma fiscale. Un tentativo di placare le manifestazioni, in un Paese già colpito dalla crisi della regione. In Giordania il tasso di disoccupazione è al 18.4 per cento, secondo le statistiche del governo.

Facebook: condivisione dei dati con almeno quattro società di elettronica cinesi. Nuova bufera

Nuova bufera su Facebook. Il social network ha siglato accordi per condivisione dei dati con almeno quattro società di elettronica cinesi inclusa Huawei, il colosso delle telecomunicazioni nel mirino dell’intelligence americana che la ritiene una minaccia alla sicurezza nazionale. A lanciare la nuova accusa a Facebook – riporta questa mattina l’Ansa – è il New York Times, secondo il quale gli accordi sono stati siglati nel 2010. Gli altri big cinesi coinvolti sono Lenovo, Oppo e Tlc. Gli accordi sono ancora in vigore, anche quello con Huawei che Facebook si impegna però a rescindere entro la fina settimana. L’indiscrezione del New York Times sull’accesso dei dati a società cinesi fa seguito ai rumors sugli accordi di Facebook per la condivisione dei dati con alcuni dei maggiori produttori di dispositivi mobili al mondo, fra i quali Amazon, Apple, Blackberry e Samsung. Tutte le intese sono state raggiunte da Facebook quando puntava a promuovere il social network presso un maggior numero di utenti a partire dal 2007.

Sport: impresa di Cecchinato al Roland Garros. Batte Djokovic e raggiunge le semifinali del torneo

Impresa storica di Marco Cecchinato che vola in semifinale al Roland Garros. Il tennista palermitano ha battuto l’ex numero uno al mondo, Novak Djokovic, con il punteggio di 6-3, 7-6, 1-6, 7-6. Dominic Thiem è il primo semifinalista del Roland Garros. L’austriaco, testa di serie n. 7 dello Slam parigino, ha battuto il tedesco Alexander Zverev, n. 2 del seeding, in tre set con il punteggio di 6-4 6-2 6-1 in poco più di un’ora e 50 minuti di gioco. Thiem si è così preso la rivincita su Zverev vendicando la sconfitta nella finale del Masters 1000 di Madrid. ”Mi batteva molto forte il cuore, ma ora sono in semifinale”. Marco Cecchinato racconta l’impresa: ”Ho iniziato il match convinto che non avevo nulla da perdere e ho iniziato a crederci, non pensavo di fare questo match… sono stato aggressivo, convinto di vincere, coraggioso e perfetto. Ho fatto tanti sacrifici, è incredibile aver raggiunto le semifinali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo