Papa Francesco: udienza, “il chiacchiericcio distrugge quello che fa Dio”. Non “spellare gli altri”, “le chiacchiere sono guerre”

“Il chiacchiericcio non è l’opera dello Spirito Santo, non è opera della Chiesa: il chiacchiericcio distrugge quello che fa Dio. Per favore, smettiamola di chiacchierare”. A ribadirlo, a braccio, è stato il Papa, che nella catechesi dell’udienza di oggi ha commentato il segno di pace che conclude il rito della Cresima, quando il vescovo dice a ogni confermato: “La pace sia con te”. “Noi nella Cresima riceviamo lo Spirito Santo e la pace, quella pace che dobbiamo dare agli altri”, ha detto a braccio Francesco. “Ognuno pensi alla propria comunità parrocchiale”, l’invito ancora fuori testo: “C’è la cerimonia della Cresima e poi ci diamo la pace, il vescovo la dà al cresimato e poi noi ce la scambiamo. Questo significa armonia, significa carità tra noi, significa pace. Ma poi usciamo e incominciamo a spellare gli altri, incominciano le chiacchiere, e le chiacchiere sono guerre. Questo non va. Se noi abbiamo ricevuto lo Spirito Santo dobbiamo essere uomini e donne di pace”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo