This content is available in English

Guatemala: eruzione vulcano. I vescovi: “tragedia si somma a già difficile situazione politica e sociale”. Governo dia “risposte concrete e integrali”

La Conferenza episcopale del Guatemala è intervenuta ieri con un comunicato sulla tragedia causata dal Volcán de Fuego, firmato dal presidente, mons. Gonzalo de Villa y Vásquez, vescovo di Sololá-Chimaltenango, e dal segretario generale, mons. Domingo Buezo Leiva, vicario apostolico di Izabal, dichiarando “preoccupazione di fronte alla sofferenza di tanti fratelli e sorelle guatemaltechi, che hanno perso i loro cari, i loro beni e la serenità, di fronte all’imprevedibile forza della natura”.
“Siamo coscienti – proseguono i vescovi – che la tragedia si somma alla già difficile situazione politica e sociale del Paese e aggrava la povertà e le difficoltà di sopravvivenza nella quale si trova la maggior parte della popolazione”.
Sapendo dalla nostra fede “che le prove sono occasioni per crescere nella fiducia in Dio e nella solidarietà a favore del prossimo”, la Conferenza episcopale invita “tutte le comunità parrocchiali e in particolare coloro che sono impegnati nella pastorale sociale a dare il meglio di sé per contribuire a superare, per quello che è possibile, l’attuale situazione e a organizzare, in collaborazione con i diversi organismi pubblici e privati i programmi di aiuto necessario sia nell’immediato sia a lungo termine. Pensiamo che le risposte a lungo termine siano quelle che maggiormente ci sfidano e speriamo che il Governo sia coerente rispetto al suo obbligo di dare risposte concrete e integrali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo