Commissione Ue: nuovo programma “Europa digitale”. 9,2 miliardi per supercomputer, intelligenza artificiale, cibersicurezza

Il commissario europeo Andrus Ansip

(Bruxelles) Un nuovo programma per l’”Europa digitale” , investendo 9,2 miliardi di euro per “allineare alle crescenti sfide digitali il prossimo bilancio a lungo termine” per il periodo 2021-2027. Lo propone la Commissione europea, asserendo che “con la strategia per il mercato unico digitale abbiamo istituito un quadro giuridico adeguato all’era digitale. Tale quadro deve andare di pari passo con finanziamenti e investimenti altrettanto ambiziosi nel programma Europa digitale volto ad aumentare la competitività internazionale dell’Unione come pure a sviluppare e rafforzare le capacità digitali strategiche dell’Europa”. Tali capacità riguardano il calcolo ad alte prestazioni, l’intelligenza artificiale, la cibersicurezza e le competenze digitali avanzate e “garantiscono al contempo che queste tecnologie siano ampiamente accessibili e usate in tutti i settori dell’economia e della società da parte delle imprese e del settore pubblico”. Andrus Ansip, commissario responsabile per il mercato unico digitale, spiega: “Il nostro obiettivo è adeguare il bilancio dell’Ue alle sfide future: la trasformazione digitale è presa in considerazione in tutte le proposte, dai trasporti all’energia, dall’agricoltura all’assistenza sanitaria e alla cultura. Per rafforzare questo impegno, oggi proponiamo maggiori investimenti nell’intelligenza artificiale, nel supercalcolo, nella cibersicurezza, nelle competenze e nell’eGovernment”. La proposta della Commissione si articola in cinque settori: supercomputer, intelligenza artificiale, cibersicurezza e fiducia, competenze digitali, e infine “uso delle tecnologie digitali nell’economia e nella società”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo