Giornata dell’ambiente: Guterrez (Onu) lancia l’allarme, “entro il 2050 nell’oceano ci saranno più plastiche che pesci”

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterrez in questa Giornata mondiale dell’ambiente dà voce alla campagna che è partita contro l’inquinamento provocato dalle plastiche e avanza una proposta: “Rifiuta ciò che non puoi riutilizzare”. In un breve video Guterrez afferma che “un pianeta sano è essenziale per un futuro di pace e prosperità”. Tutti hanno “un compito nel proteggere la nostra unica casa” e “per chi non sa da dove cominciare”, l’invito è “combattiamo l’inquinamento della plastica”. Spiega il segretario generale Onu: “Il nostro mondo è sommerso dai rifiuti e più di 8 milioni di tonnellate finiscono negli oceani. Le microplastiche nei nostri mari sono più delle stelle nella nostra galassia” e non c’è luogo che sia rimasto “incontaminato”. Se non si cambierà, “entro il 2050 nell’oceano ci saranno più microplastiche che pesci”. Il cambio di tendenza avverrà se tutti si rifiuteranno di utilizzare la plastica “usa e getta”. Il cambiamento è in atto anche nell’ufficio di Guterrez stesso alle Nazioni Unite, dove, ha dichiarato in un messaggio video pubblicato su twitter pochi giorni fa, in occasione di questa giornata sono state eliminate le bottiglie di plastica per l’acqua.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia