Bambini maltrattati: Cesvi, insieme agli adulti quasi 6 milioni. Forti disparità territoriali

In Italia si stima vi siano quasi 6 milioni, tra bambini e adulti, di persone maltrattate, ma si tratta di una proiezione parziale, in quanto il maltrattamento all’infanzia è un fenomeno ancora sommerso e non adeguatamente studiato su base nazionale. Il dato emerge dal primo Indice regionale del maltrattamento dell’infanzia in Italia presentato da Cesvi questa mattina a Roma presso la sala monumentale della Presidenza del Consiglio dei ministri, nell’ambito della campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi #LiberiTutti, in collaborazione con il Dipartimento delle politiche della famiglia di Palazzo Chigi. Presenti Ermenegilda Siniscalchi, capo dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio; Giovanna Messere, funzionario Ufficio Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza e della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. Forti le disparità tra Nord e Sud del Paese. Ultima posizione per la Campania, preceduta da Calabria, Sicilia, Puglia, Basilicata e Molise, regioni che presentano le maggiori criticità e le condizioni più sfavorevoli rispetto alle probabilità dei bambini di subire maltrattamenti. Male anche Abruzzo e Lazio. Tra le regioni dove si registra, invece, il miglior livello di benessere complessivo dei più piccoli spicca l’Emilia-Romagna seguita da Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Trentino Alto Adige.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia