Povertà: Di Maio (vicepremier) ad Avvenire, “reddito di cittadinanza è una misura destinata ai cittadini italiani”

(Foto: AFP/SIR)

“Il reddito di cittadinanza è una misura attiva destinata ai cittadini italiani”. Lo conferma Luigi Di Maio, vicepresidente del Consiglio e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, in un’intervista pubblicata oggi da Avvenire. “Dobbiamo dare risposte a persone che quotidianamente soffrono e fanno i salti mortali per sopravvivere”, afferma il vicepremier, spiegando che “punteremo a far funzionare i centri per l’impiego anche effettuando un po’ di benchmarking (analisi e valutazione, ndr) su altre esperienze europee”. “Come ha detto il procuratore generale della Corte dei conti – aggiunge –, è un diritto che va riconosciuto”. “Lo faremo subito”, annuncia, assicurando che “le coperture ci sono e saranno inserite nella prossima legge di Bilancio”.
Nell’intervista il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico parla anche delle aperture domenicali e festive dei locali commerciali: “È un tema che stiamo affrontando e che porteremo avanti presto”. “Ribadisco quanto già detto: non si vuole impedire di aprire la domenica – spiega –, ma si vuole almeno evitare che si resti aperti 365 giorni l’anno”. “Se 8 giorni all’anno, nelle festività, gli esercizi commerciali restano chiusi, credo che – prosegue – sia una scelta di buon senso e che consenta anche alle famiglie di riunirsi e vivere insieme. Nella scorsa legislatura, la Camera, all’unanimità, votò una legge a prima firma M5s su questo, poi tutto venne bloccato al Senato. Ora è tempo di agire”. E riconosce che “su questo tema la Chiesa sta portando avanti una importantissima battaglia sociale per i diritti di lavoratori e famiglie”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa