This content is available in English

Ue: Bruxelles, domani #wakEUp, iniziativa giovanile per richiamare i leader. “Una risposta europea alle nuove sfide”

Maria Ballestreros Melero, vicepresidente di Aegee (Associazione degli studenti europei)

(Bruxelles) Centinaia di cittadini si riuniranno di fronte alla sede del Consiglio europeo vicino a piazza Schuman a Bruxelles domani, giovedì 28 giugno, per richiamare i leader Ue riuniti al vertice a “non trascurare il collasso dell’Europa”; la richiesta invece è di trovare “un accordo sulle riforme attese a lungo per rivitalizzare l’Unione”. L’iniziativa, conosciuta come #wakEUp, sta ricevendo un grande supporto da organizzazioni della società civile e partiti politici in Belgio e in Europa e gode dell’appoggio di diversi membri del Parlamento europeo che parteciperanno all’appuntamento. “L’Europa ha bisogno di un richiamo per svegliarsi, mettendo i giovani al centro, e uno sviluppo per il successo del progetto europeo”, spiega Maria Ballestreros Melero, vicepresidente di Aegee (Associazione degli studenti europei), partner dell’iniziativa. “Anche se crediamo nell’Ue c’è ancora molto da fare e per costruire l’Unione nella quale vogliamo vivere dobbiamo alzarci ora e chiedere riforme”, aggiunge Danica Vihinen, segretario generale dei Giovani liberali europei (Lymec). L’evento è promosso dall’Unione dei federalisti europei e dai Giovani federalisti europei in collaborazione con il Movimento europeo in Belgio. Vi aderiscono inoltre tante organizzazioni giovanili, che chiedono una “risposta europea unita alle sfide della migrazione, della difesa comune e il governo dell’eurozona”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa