Papa Francesco: udienza, tra i 12mila fedeli anche gli atleti di Special Olympics. Fa salire quattro bambini sulla papamobile. In Aula Paolo VI saluta gli ammalati

foto SIR/Marco Calvarese

“Voi vedrete dal maxischermo la piazza e la piazza dal maxischermo vedrà voi. Saremo tutti uniti”. È il saluto del Papa, in Aula Paolo VI, agli ammalati, durante l’udienza di oggi, che si è svolta in due tempi. Tra i 12mila fedeli presenti, anche una delegazione di 100 atleti di Special Olympics – un programma internazionale di allenamento sportivo e competizioni atletiche per oltre 3 milioni di ragazzi e adulti con disabilità intellettiva – e i portavoce delle Conferenze episcopali d’Europa. Il Papa ha fatto il suo ingresso sulla jeep bianca scoperta alle 9.35 circa, e subito ha fatto fermare la vettura per far salire a bordo quattro bambini, due maschietti e due femminucce, vestiti in abiti tradizionali. Il vento che oggi soffia sulla Capitale ha subito portato via lo zucchetto al Papa, che poco dopo ha fatto una sosta per sorseggiare il mate e ha indossato un altro copricapo bianco offertogli dai fedeli, ma anche questo è volato quasi subito. Terminato il giro tra i settori della piazza, Francesco si è congedato dai sui piccoli ospiti e si è fermato a salutare alcuni fedeli che lo hanno richiamato dalla prima fila delle transenne. Poi ha percorso, come al solito, a piedi il tratto che lo conduce alla sua postazione al centro del sagrato, con lo zucchetto questa volta al suo posto.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa