Papa Francesco: benedice la fiaccola di Special Olympics, “segno di gioia e di speranza”

“Questa fiamma olimpica possa essere un segno di gioia e di speranza nel Signore che concede i doni dell’unità e della pace”. Con queste parole Papa Francesco ha benedetto oggi, prima dell’udienza generale, la fiaccola di Special Olympics. “Rivolgo uno speciale benvenuto alla delegazione dell’organizzazione Special Olympics in occasione del 50º anniversario della sua fondazione – ha detto il Papa -. Il mondo dello sport offre una particolare opportunità alle persone di crescere nella reciproca comprensione e amicizia”. Francesco ha riaffermato l’importanza dello sport nella costruzione di società più fraterne, in cui le persone abbiano tutte la medesima opportunità di crescere coltivando le proprie capacità, nello sport come nella vita. La torcia benedetta dal Papa farà il suo ingresso, il prossimo 20 luglio, al “Soldier Field” di Chicago per accendere il tripode e celebrare l’anniversario di un Movimento, oggi presente in oltre 170 Paesi, che ha visto nella sua fondatrice, Eunice Kennedy Shriver, una pioniera nella lotta per i diritti delle persone con disabilità intellettive. Era il 20 luglio del 1968 quando, nello stesso stadio dell’Illinois, un centinaio di atleti, provenienti dal Canada e dagli Stati Uniti, e circa mille spettatori si riunirono per i primi Giochi Internazionali di Special Olympics. E Chicago, a distanza di 50 anni, sarà la cornice di un evento sportivo internazionale, la Special Olympics “Unified Football Cup”, un torneo di calcio a 11 unificato, attraverso il quale atleti con e senza disabilità intellettiva giocano insieme, nella stessa squadra. La Unified Football Cup, in programma a Chicago dal 17 al 20 luglio, vedrà la partecipazione di 21 Paesi nel mondo. Ci saranno un torneo femminile, composto da 8 squadre, di calcio a 7 unificato ed uno maschile di calcio a 11 unificato con 16 squadre partecipanti, tra le quali anche l’Italia. La delegazione azzurra è composta da 16 calciatori, selezionati su tutto il territorio nazionale, di cui 9 atleti e 7 partner (atleti senza disabilità intellettive).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa