Migranti: Ue.Coop, oltre 1 milione a mense poveri. 1 famiglia su 3 in povertà assoluta

In Italia sono oltre un milione i migranti, gli stranieri e le comunità rom che hanno ricevuto aiuti alimentari sotto forma di pacchi dono o accesso alle mense dei poveri durante l’anno. È quanto emerge da una analisi di Ue.Coop presentata questa mattina nel corso dell’Assemblea elettiva “Un’altra cooperazione” a Roma. Si tratta di oltre 1/3 del totale dei 2,7 milioni che hanno beneficiato in Italia di questo tipo di assistenza nel 2017, sulla base dei dati sugli aiuti alimentari distribuiti con i fondi Fead attraverso l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura (Agea). Ad avere bisogno di aiuto per mangiare – sottolinea Ue.Coop – sono dunque oltre il 20% dei 5,1 milioni di stranieri presenti in Italia, secondo il bilancio demografico dell’Istat per il 2017. Secondo un’analisi di Ue.Coop su dati Istat, le famiglie composte da soli stranieri faticano molto più di quelle italiane ad arrivare a fine mese, con la spesa media degli italiani che è superiore del 56% rispetto a quella degli stranieri (1.679 euro contro 2.624 euro). Secondo Ue.Coop, quasi una famiglia straniera su tre (29,2%) si trova in situazione di povertà assoluta, con punte di oltre il 40% nel Mezzogiorno. Anche il grado di istruzione degli stranieri è ancora inferiore a quello degli italiani: tra gli stranieri di 15-64 anni, rileva Ue.Coop, oltre la metà ha conseguito al massimo la licenza media, il 35,1% ha un diploma di scuola superiore e il 10,7% una laurea (mentre sono laureati il 17,2% degli italiani di 15-64 anni).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa