Diocesi: Roma, vespri solenni con il card. De Donatis nella festa dei santi Pietro e Paolo

Sarà un brano tratto da una lettera di don Andrea Santoro, il sacerdote fidei donum ucciso a Trabzon (Turchia) il 5 febbraio 2006 mentre pregava nella chiesa di Santa Maria, al centro della meditazione durante i vespri solenni, che venerdì prossimo, 29 giugno, il card. De Donatis, vicario del Papa per la diocesi di Roma, presiederà alle 18 nella basilica di San Giovanni in Laterano. Il card. De Donatis, che riceverà domani, durante il concistoro, la berretta cardinalizia da Papa Francesco, saluterà al termine dei vespri, i partecipanti nel cortile del palazzo del Vicariato. De Donatis ha iniziato il suo mandato di vicario generale per la diocesi di Roma un anno fa, proprio il 29 giugno, solennità dei santi Pietro e Paolo. Vescovo ausiliare dal 14 settembre 2015, nominato dal Papa specificamente per la cura del clero di Roma, alla sede titolare di Mottola, il card. De Donatis ha scelto come motto episcopale “Nihil Caritate dulcius” (Nulla è più dolce dell’amore), parole tratte dal “De officiis ministrorum” di Sant’Ambrogio, che ha mantenuto anche come cardinale. Nato il 4 gennaio 1954 a Casarano (Lecce), è stato ordinato sacerdote il 12 aprile 1980 per la diocesi di Nardò-Gallipoli e dal 28 novembre 1983 è incardinato nella diocesi di Roma. Da dieci anni è assistente spirituale dell’associazione Don Andrea Santoro.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa