This content is available in English

Rifugiati: Commissione Ue, “l’Unione europea protegge chi è nel bisogno e continuerà a farlo”

(foto SIR/CE)

(Bruxelles) “In tempi di una retorica sempre più divisiva nei confronti di persone vulnerabili in fuga da guerre e persecuzioni, l’Ue protegge chi è nel bisogno e continuerà a farlo, insieme allo sforzo di portare stabilità dove ci sono conflitti”. Lo affermano sette commissari europei in una dichiarazione per la Giornata mondiale dei rifugiati. L’Ue ha lavorato per “affrontare e risolvere le principali crisi con vie diplomatiche”, dare “assistenza umanitaria e sostegno a rifugiati, richiedenti asilo, sfollati interni ed esterni all’Europa”, dopo aver “mostrato un sostegno senza precedenti durante la crisi migratoria del 2015-2016, accogliendo centinaia di migliaia di rifugiati”, sottolineano i commissari, e concedendo protezione a oltre 538mila persone nel 2017. Nelle crisi di Afghanistan, Colombia, Corno d’Africa, Siria, Rohingya, l’Ue ha lavorato insieme a “partner nel mondo”, poiché “solo una risposta globale può far fronte alle sfide”. “Solidarietà, responsabilità condivisa, multilateralismo e impegno” i principi che guidano l’Ue anche nella collaborazione sempre più stretta con l’Alto commissario Onu per i rifugiati per affrontare la crisi libica e preparare il Global Compact. Le sfide: “stabilire vie più legali e sicure e chiudere le rotte di migrazione pericolose e irregolari”, “reinsediare nell’Ue più di 50mila persone vulnerabili” , “raggiungere un accordo sul sistema comune di asilo”, “lavorare di più per favorire l’integrazione di chi riceve protezione nell’Ue”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori