Papa Francesco: Mauro (Aisla), “ci dice che è possibile trovare amore e gioia anche tra le difficoltà”

“L’incontro con Papa Francesco ha suscitato un’emozione grandissima nei volontari e nei malati di Sla che hanno affrontato lunghi viaggi per essere qui a Roma oggi”. Lo dice Massimo Mauro, presidente dell’Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica (Aisla), in rappresentanza del gruppo di oltre 350 persone, tra malati di Sla, loro familiari e volontari dell’associazione, ricevuti in udienza da Papa Francesco stamani per la prima volta. I partecipanti hanno portato messaggi sulla loro vita e le loro difficoltà. Un incontro che “ci restituisce un insegnamento e un messaggio importanti: è possibile trovare amore e gioia di vivere anche tra le difficoltà enormi causate dalla Sla. Questa è una spinta per impegnarci sempre più al fianco di queste persone”. L’incontro è stato organizzato in vista della Giornata mondiale sulla Sla, che si celebra ogni anno il 21 giugno per portare attenzione su una malattia che colpisce circa 450.000 persone in tutto il mondo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori