Diocesi: Agrigento, dal 28 giugno la festa patronale di san Calogero

Un carrello spinto dai devoti al posto del camion sul quale di solito viene posta la statua di san Calogero per la processione serale, dalla Chiesa dell’Addolorata al Santuario. È la novità di quest’anno per la festa popolare più sentita dagli agrigentini, che si svolge dal 28 giugno all’8 luglio. A spingere il carro saranno famiglie, genitori con i figli, ma anche anziani e giovani agrigentini, che “porgeranno la spalla a san Calogero”. “Quando il nostro santo va in processione – dice don Giuseppe Veneziano al settimanale diocesano L’Amico del Popolo – tutti vorrebbero portarlo in spalla. Questo porgere la spalla è il gesto di Gesù e vogliamo imitarlo. Quando porgiamo la spalla alle necessità dei nostri fratelli, sperimentiamo con stupore e gratitudine che Dio pone la spalla a noi. Questo gesto – aggiunge – vuole essere un richiamo a condividere il ‘peso’ soprattutto pensando che, come uomini e ancor più come cristiani, dobbiamo aiutarci a portare i pesi gli uni degli altri per sperimentare la gioia della fraternità”. Momento centrale le due processioni serali, domenica 1° luglio, alle 21, con la partecipazione dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti, e domenica 8 luglio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori