Papa Francesco: inviato un primo contributo di 100mila dollari per le vittime dell’eruzione del vulcano in Guatemala

A seguito dell’eruzione del “Volcán de Fuego” in Guatemala, che – secondo stime ancora non definitive – ha colpito oltre 1,7 milioni di persone, costringendo all’evacuazione dalle loro abitazioni circa 13 mila persone e causando più di un centinaio di vittime e una sessantina di feriti, oltre a ingenti danni materiali, Papa Francesco, mediante il Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale, ha stabilito di inviare un primo contributo di 100 mila dollari per il soccorso alle popolazioni in questa fase di emergenza. È quanto si legge in un comunicato diffuso oggi dalla Sala Stampa della Santa Sede. “Tale somma, che vuol essere un’immediata espressione del sentimento di spirituale vicinanza e paterno incoraggiamento da parte del Santo Padre – informa il dicastero vaticano – verrà ripartita, in collaborazione con la nunziatura apostolica, tra le diocesi maggiormente toccate dalla catastrofe e sarà impiegata in opere di assistenza alle persone e ai territori colpiti dall’eruzione”. “Il contributo, che accompagna la preghiera, a sostegno dell’amata popolazione guatemalteca, è parte degli aiuti che si stanno attivando in tutta la Chiesa cattolica e che coinvolgono, oltre a varie Conferenze episcopali, numerosi organismi di carità”, la conclusione della nota.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo