Migranti: Forti (Caritas Italiana), “situazione preoccupante, raccontare una storia diversa”

foto SIR/Marco Calvarese

“C’è il rischio che le nostre comunità si lascino affascinare da una certa narrazione”. A lanciare l’allarme è Oliviero Forti, responsabile dell’area migrazione di Caritas Italiana, per il quale “dobbiamo avere il coraggio di rispondere con i fatti alle tante parole, anche di odio, che vengono dispensate in ogni dove”. “Viviamo un momento particolare per l’Italia e per l’Europa. Nel mondo assistiamo ad una situazione preoccupante”, ha denunciato Forti che è intervenuto al “Pasto dell’incontro”, organizzato oggi alla mensa San Giovanni Paolo II dalla Caritas di Roma nell’ambito di Share the Journey, la campagna di sensibilizzazione pubblica e politica promossa da Caritas Internationalis e lanciata da Papa Francesco lo scorso settembre.  Alle polemiche attuali bisogna rispondere “raccontando una storia diversa e dando sostegno ai fatti”, ha aggiunto il responsabile dell’area migrazione di Caritas Italiana, ricordando che “esiste un mondo di solidarietà, che non è una parolaccia”. “Le istituzioni devono fare la loro parte, creare una comunità più solidale e lavorare non solo per l’accoglienza ma anche per l’inclusione”, gli ha fatto eco Laura Baldassarre, assessora alla persona, alla scuola e alla comunità solidale del Comune di Roma. Ai 25 tavoli apparecchiati alla mensa di via Marsala si sono seduti rappresentanti del mondo ecclesiale, culturale e politico che hanno condiviso il loro pasto con 35 migranti e rifugiati ospiti di tre strutture di accoglienza gestite dalla Caritas.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo